Chiude il tunnel di Cernobbio. Venti giorni lungo la strettoia

Lavori in corso – Si entra nel vivo del cantiere per la messa in sicurezza della galleria
Il provvedimento per tutti i mezzi scatta venerdì sera alle 22
Dopo dieci notti di chiusura venerdì sera, per 20 giorni, scatterà lo sbarramento totale della galleria di Cernobbio.
L’Anas sta realizzando una nuova controsoffittatura e adeguando le vie di fuga. Si tratta di lavori importanti per oltre 8 milioni di euro (oltre all’Iva) che proseguiranno fino al maggio del 2014. Fino ad oggi il cantiere ha però avuto un impatto relativo sulla viabilità provinciale, vista la chiusura limitata dalle 22 alle 6 del mattino. Da venerdì, come detto, la chiusura
sarà totale, con 13mila automobili che dovranno attraversare la cosiddetta “strettoia” di Cernobbio, un ritorno al passato, a trent’anni fa, quando la galleria non era stata ancora realizzata e il semaforo del paese rivierasco era un vero e proprio tappo per la statale Regina.
I cartelli gialli dell’Anas che indicano le deviazioni obbligatorie per i mezzi pesanti sono stati posizionati già da un paio di giorni nei punti nevralgici di Como. Le limitazioni maggiori riguardano i camion superiori a 7,5 tonnellate e più lunghi di 7 metri. Questi veicoli non potranno attraversare Cernobbio durante i venti giorni di chiusura totale del tunnel.
«Non era pensabile caricare la strettoia con mezzi pesanti – spiega il primo cittadino di Cernobbio, Simona Saladini – verranno rilasciate da Villa Saporiti soltanto poche deroghe per camion che si devono recare nei comuni del Basso Lario fino ad Argegno». Negli altri casi gli autotrasportatori dovranno imboccare la 36 sulla sponda lecchese o passare dalla Svizzera attraverso il valico di Oria.
Il semaforo di Cernobbio sarà spento dalle 10 alle 16 e il traffico della strettoia regolato da movieri, in modo da migliorare la circolazione. «È stato istituito un tavolo di coordinamento con le forze dell’ordine – spiega ancora il sindaco – saranno coinvolti gli agenti della polizia locale dei Comuni del Basso Lario, la polizia provinciale, i carabinieri e la stradale. Una pattuglia sarà sempre presente a sorvegliare. Sarà importante evitare in ogni modo che la coda di veicoli raggiunga l’uscita dell’autostrada a Tavernola e la galleria, con possibili rischi di sicurezza per chi percorre la A9 verso la Svizzera».
Il primo cittadino di Cernobbio ha anche pensato ai suoi residenti, ad iniziare dagli studenti.
«Tutte le nostre scuole insistono sulla via Regina. Così, consentiremo ai genitori che portano i bambini di parcheggiare gratuitamente nell’area a pagamento nei pressi del Comune per un quarto d’ora all’inizio e al termine delle lezioni».
Cernobbio è soprattutto un centro turistico e con il bel tempo il rischio di congestione del centro rivierasco è reale.
«Per scongiurare questo da sabato sarà consentito parcheggiare sulla riva, in modo che non vi siano auto che girano per cercare un posto auto, si tratta di un provvedimento che di solito viene attuato in dicembre». Fino a oggi insomma i lavori in galleria sono stati indolori e la prova del nove è attesa da sabato in poi. «Temo il traffico di lunedì e martedì con tutti i pendolari», conclude la Saladini.

Paolo Annoni

Nella foto:
Il tunnel di Cernobbio verrà chiuso da venerdì sera di giorno e di notte. Attualmente è chiuso soltanto dalle 22 alle 10

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.