Chiusa la stagione di Cantù. Il bilancio di coach Sodini
Sport

Chiusa la stagione di Cantù. Il bilancio di coach Sodini

Marco Sodini Marco Sodini, allenatore di Cantù

E’ finita la stagione di Cantù: perdendo gara 3 dei quarti di playoff contro l’Armani Milano, i brianzoli hanno terminato il campionato 2017-2018. A Desio l’Armani si è imposta con il punteggio di 74-65. Ma è una Pallacanestro Cantù uscita fra gli applausi, con la standing ovation del PalaDesio e le lacrime del presidente Irina Gerasimenko e di buona parte dello staff.

Una fase del match fra Cantù e Milano Una fase del match fra Cantù e Milano

Alla fine, più che commentare la partita, coach Marco Sodini ha voluto fare una serie di ringraziamenti. «Ringrazio la proprietà, la famiglia Gerasimenko, che mi ha dato per la prima volta l’opportunità di allenare in serie A – ha detto l’allenatore  – Un ringraziamento ai soci di minoranza, alla società per il supporto che ci ha dato durante la stagione per permetterci di sostenere un campionato di serie A. Un ringraziamento particolare, non me ne vogliano gli altri, al mio staff che è stato eccezionale. Anche perché numericamente inferiore rispetto a tutti gli altri staff delle altre squadre. C’erano ragazzi che non avevano mai fatto basket a questo livello, abbiamo fatto tanti di quegli errori che la metà bastano, ma nessuno si è mai tirato indietro. Un grazie in particolare a Diego Fumagalli, che l’altro volta mi ero dimenticato di citare, un ragazzo fantastico. Non me ne voglia Kirill Bolshakov che è sempre stato qui, l’altra persona che ringrazio è Giuseppe Di Paolo. Un professionista ed una persona fantastica, per bene. Gli ultimi due ringraziamenti li faccio alla mia squadra, alla quale ho portato i “grazie” delle persone che prima non c’erano – all’esordio con Cremona – e che adesso ci sono. L’ultimissimo ringraziamento vanno a tutte le persone di Cantù che mi sono state vicine, dall’inizio alla fine, che hanno creduto in me nonostante facessi il capo allenatore in serie A per il primo anno. Grazie alle 600 persone che hanno avuto il coraggio di fare l’abbonamento, a quelle che non hanno avuto il coraggio ma che sono comunque arrivate dopo. Grazie ai giornalisti ed alle testate televisive, che ci sono sempre stati. Per me è stata una stagione davvero incredibile, di quelle che ti frastorna, come se il tempo si fermasse. Vi dico la verità, non ho ancora razionalizzato che noi oggi, di fatto, siamo fuori dal campionato italiano».

17 maggio 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto