Pattinaggio, chiusa la stagione tricolore

altChiara Baccega d’argento
Ad Aosta la finale della Coppa Italia Free
Dopo il titolo regionale arriva anche la medaglia d’argento alla finale nazionale. Ad Aosta, dove si è disputata la Coppa Italia di pattinaggio artistico su ghiaccio riservata alle categorie Free, la comasca Chiara Baccega ha accarezzato a lungo il sogno di fregiarsi del titolo italiano, ma la prestazione della milanese Anna Casale ha riscosso maggior credito e l’ha portata al titolo tricolore della categoria Junior che ha visto ai nastri di partenza ben trenta ragazze, qualificatesi attraverso le selezioni regionali.

Sul ghiaccio aostano la rappresentante del Gruppo Giovanile Ritmico non è riuscita ad esibire quella eccellente condizione che, una settimana fa, le aveva consentito di conquistare un brillante quarto posto nel corso della gara nazionale Open andata in scena sul ghiaccio di Casate.
Sui tabellini dei giudici sono comparsi diversi segni “meno” accanto ad alcuni elementi tecnici che hanno contribuito a fermare Chiara Baccega ai piedi del gradino più alto del podio. Ovviamente rimane un po’ di rimpianto, ma la contabilità stagionale non può che soddisfare la lariana che può ulteriormente incrementare il proprio record stagionale che registra, oltre al titolo di campionessa lombarda, anche due vittorie e un secondo posto.
Arriva a sfiorare la medaglia invece Valeria Bertola nella categoria Esordienti B: alla vicecampionessa regionale sono mancati 32 centesimi di punto per mettersi al collo la medaglia di bronzo e scrivere il suo nome nell’albo. d’oro. Nella medesima categoria, vinta dalla romana Emma Manca, si è messa in luce, tra le 25 partecipanti, anche Giorgia Galimberti che ha chiuso in ottava posizione.
Egregio debutto in campo nazionale per due piccolissime (nove anni), Irene Lanzini e Carola Peduzzi, che sono andate a occupare rispettivamente la sesta e ottava posizione della classifica della categoria Esordienti A.
Ottava posizione nella categoria Principianti B anche per Eleonora Brunoro, che pur con qualche errore di salto è riuscita a rimanere nella parte alta della classifica.

Nella foto:
L’esordiente Irene Lanzini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.