Cimice giapponese: in soli quattro anni è un’invasione

La cimice giapponese

Le province lariane di Como e Lecco, culla della biodiversità in Lombardia, ma minacciate dall’invasione di parassiti provenienti da altri continenti.

La cimice giapponese La cimice giapponese

Lo rimarca la Coldiretti interprovinciale in occasione della Giornata mondiale della biodiversità. Sul territorio prosegue infatti l’avanzata della Popillia japonica, il coleottero di origine giapponese in grado di attaccare 295 specie vegetali (a iniziare dal mais).

Secondo i dati regionali, infatti, a fine 2017 tra zone infestate e aree cuscinetto erano oltre 250 i Comuni coinvolti nella lotta all’insetto presente nel Comasco e in diverse altre province lombarde come Varese, Milano, Monza Brianza e Pavia. La prima cimice giapponese è comparsa sul Lario nel 2014.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.