Cimitero Monumentale trasformato in discarica a cielo aperto

La denuncia sui social. La zona confina con il centro di accoglienza

Un’ala del Cimitero Monumentale di Como trasformata in discarica a cielo aperto.
Questa l’amara scoperta di una residente in città, che ha poi postato le immagini scattate dal figlio sulla pagina Facebook “I comaschi”. Foto rimbalzate immediatamente anche sulle bacheche di altri gruppi del popolare social network, che denunciano i problemi della città capoluogo, come “La Como che non mi piace…”

Ieri mattina abbiamo effettuato un sopralluogo. Le immagini che pubblichiamo in questa pagina, a distanza di un giorno dalla prima denuncia, parlano da sole. Un tappeto di immondizia sul prato, tra i colombari e il muro che divide il camposanto dal Centro di accoglienza di via Regina Teodolinda, gestito dalla Croce Rossa Italiana. Bottiglie di plastica vuote, piatti usa e getta, cartoni di latte, ma anche felpe, asciugamani, magliette, pezzi di coperte e di lenzuola, pure una stufetta elettrica. Impossibile evitare di pensare che quei tutti quei rifiuti siano stati gettati da qualcuno dall’altra parte del muro.
Tra i commenti, anche molto duri sui social, c’è chi spiega che l’ala del cimitero è già stato più volte ripulita, l’ultima solo un mesetto fa, prima della deposizione delle corone per la ricorrenza dei defunti.
Rimane il degrado di un luogo sacro e un nuovo problema da risolvere per il Comune di Como e per chi gestisce il centro di accoglienza di via Teodolinda.

Articoli correlati

3 Commenti

  • Avatar
    Liliana , 3 Gennaio 2018 @ 0:48

    Visto che fare pulizia costa ,il comune procurasse delle pettorine con strumenti per pulizie adatte e facesse pulire quello schifo a turno tutte quelle persone che sono ospiti confinanti e non hanno altra occupazione

  • Avatar
    Non te lo dico , 31 Dicembre 2017 @ 15:11

    Che strano, in questo caso Magatti, compagni e buonisti vari non hanno nulla da dire? Che SCHIFO!

  • Avatar
    paolo , 31 Dicembre 2017 @ 14:16

    tutto cio ‘ indica solo che i “rifugiati” sono solo degli incivili e impuniti…..
    il loro futuro è solo di miseria , incivilltà, degrado . violenza e non integrazione .
    infatti a questo miserevole e degradato paese interessa solo “prendere “.. e non dare .
    Dare ed integrare è indice di regole e doveri che attualmente non interessa a nessuno poichè è più facile dare senza regole e senza controllo che dare con regole e controlli.
    povera italia(minuscola!!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.