I cinghiali nel Comasco causano un incidente su cinque

Secondo la Coldiretti di Como e Lecco dal 2004 a oggi, per agricoltura e incidenti stradali, ammonta a quasi un milione e 200mila euro a Como il computo dei danni causati dai cinghiali. Nel Comasco si verificano in media oltre 100 attacchi in un anno alla zone agricole. Solo nella provincia di Como, su un totale di oltre 300 incidenti stradali l’anno, quasi 60 sono causati da cinghiali, cervi, caprioli, volpi, e altri animali selvatici, la cui presenza è concentrata, come ovvio, fuori dai centri urbani (uno su sei, precisa Coldiretti, secondo cui non esiste altra provincia in Italia con una problematica di queste proporzioni). Da qui una proposta di legge presentata da Coldiretti Lombardia per fermare l’invasione dei cinghiali nei campi e sulle strade.  “La proposta di legge che stiamo presentando – annunciano il presidente e il direttore della Coldiretti interprovinciale, Fortunato Trezzi e Raffaello Betti – parte dal principio di rendere più efficiente il contenimento delle popolazioni di cinghiali e prevede di creare delle mappe territoriali sulla presenza di questi animali con misure di selezione delegate anche agli agricoltori in possesso di regolare licenza di caccia”. 

© | . .

Articoli correlati