Circensi bloccati in paese "blindato"

In quarantena dopo chiusura Montebello J.

(ANSA) – REGGIO CALABRIA, 19 MAR – Le misure di chiusura forzata e precauzionale del comune di Montebello Jonico hanno costretto anche 48 persone, compresi minori, di una comunità di circensi a sottoporsi a quarantena per l’emergenza coronavirus. In soccorso di queste persone è intervenuta la Città Metropolitana di Reggio Calabria che ha provveduto a recapitare generi alimentari e per l’igiene personale. Gli agenti della Polizia Metropolitana e la Protezione Civile Metropolitana, con il contributo dei volontari della Caritas diocesana, sono intervenuti per dare sollievo ai numerosi bambini. "Era necessario intervenire nel più breve tempo possibile – ha detto il vice sindaco metropolitano, Riccardo Mauro – vista la presenza di minori e, in particolar modo, di un bimbo in tenera età, costretti in una situazione di evidente difficoltà e disagio. Ci siamo mobilitati in forze rispondendo con tempestività al loro appello in coordinamento con il vicesindaco del Comune di Montebello Jonico, Caterina Chiara Macheda.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.