Circonvenzione: condannato leader di una Onlus

IN APPELLO A MILANO
(m.pv.) In primo grado era stato condannato a 18 mesi. In Appello, le cose sono andate peggio e la pena è salita a 21 mesi. Stiamo parlando del 37enne presidente di una onlus bresciana con ramificazioni in tutto il mondo – dall’Asia all’Africa, al Sudamerica e alla Bassa Comasca – che, secondo l’accusa, avrebbe approfittato dello stato psichico di un medico, socio della stessa associazione, per spillargli 380mila euro. Insomma, quello che per molte persone è addirittura un veggente, per i giudici di ben due gradi è invece un uomo che avrebbe approfittato di un periodo di debolezza di un medico lariano per sottrargli i soldi. Denaro che, sempre secondo l’accusa, sarebbe stato reinvestito per sottoscrivere polizze, assicurazioni e fondi di investimento. La condanna in Appello è salita perché i giudici – cui si era rivolta anche la Procura di Como – hanno riconosciuto l’uomo colpevole anche di un secondo raggiro da 35mila euro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.