Ha preso il via la manifestazione del Pd ai giardini a lago: città blindata

L’arrivo di Matteo Renzi

Città blindata oggi per la manifestazione nazionale del Pd che ha preso il via alle 11 nell’area del monumento alla Resistenza europea, ai giardini a lago del capoluogo. Numerosi i big della politica  in riva al Lario e imponenti le misure di sicurezza adottate, con l’arrivo in città di un centinaio di agenti in più.
La manifestazione è stata indetta dal Partito Democratico dopo l’irruzione di un gruppo di skinhead veneti nella sala in cui si stava svolgendo una riunione della rete “Como senza frontiere” che riunisce varie associazioni impegnate nell’accoglienza ai migranti.
Sul palco, allestito sul lungolago Mafalda di Savoia sono stati annunciati tra gli altri, la presidente della Camera Laura Boldrini, il segretario nazionale del Pd Matteo Renzi, i ministri Maurizio Martina, Valeria Fedeli, Andrea Orlando, Roberta Pinotti e Graziano Delrio. Parteciperanno alla manifestazione anche Chiara Braga, deputata del Pd, il consigliere regionale Dem Luca Gaffuri, i sindaci di Milano, Giuseppe Sala, e Bergamo, Giorgio Gori, oltre alla numero uno della Cgil Susanna Camusso e al presidente del Piemonte Sergio Chiamparino. Assente, invece, il sindaco di Como, Mario Landriscina.

Saranno presenti numerose associazioni, tra cui quelle aderenti a “Como senza frontiere”, la sezione comasca dell’Anpi (Partigiani d’Italia), il Comitato provinciale comasco “Acqua Pubblica”, la Cisl dei Laghi insieme alla Cisl Lombardia oltre a una folta delegazione della Cgil Lombardia e della Cgil nazionale, con pullman in arrivo da Brescia, Pavia, Lecco, Varese e Sondrio.
Imponenti, come detto, le misure di sicurezza. In Questura è stata allestita una sala operativa interforze per coordinare tutti gli uomini delle forze dell’ordine che saranno impegnati per garantire l’ordine pubblico.
Ieri mattina, l’elicottero della polizia ha effettuato una ricognizione nei cieli della città. Il velivolo è a disposizione anche oggi e, in caso di necessità, sarà utilizzato per girare immagini dall’alto.

Il ministro Maurizio Martina

Fino al termine della manifestazione, sarà vietata la sosta (con rimozione forzata) di tutti i veicoli in via Vittorio Veneto da largo Borgonovo a viale Puecher; in viale Puecher all’angolo con via Masia e in via Sinigaglia all’angolo con via Masia; tra lo stadio comunale, il monumento ai Caduti e il tempio Voltiano.
In caso di rischi per l’ordine e la sicurezza pubblica può inoltre essere disposta in qualsiasi momento la sospensione della circolazione attorno allo stadio. Per motivi di sicurezza, inoltre, nell’area della manifestazione sono stati rimossi 200 cestini dei rifiuti, sostituiti con alcuni sacchetti trasparenti.
Il partito di estrema destra Forza Nuova, che aveva inizialmente annunciato un comizio in piazza Vittoria per oggi alle 17.30, poi vietato dal questore per motivi di ordine pubblico, ha organizzato per questa mattina alle 11.30 un incontro pubblico al Palace Hotel, in lungo Lario Trieste, al quale parteciperà il segretario nazionale Roberto Fiore.

Articoli correlati