Città dei Balocchi, anche la Lega “boccia” il consuntivo 2018-2019. Il vicesindaco Locatelli: «È una questione di trasparenza»

casette città dei balocchi

«Chiediamo anche noi trasparenza e una rendicontazione che sia più chiara e dettagliata».
Il vicesindaco di Como, Alessandra Locatelli, parlamentare della Lega dal marzo dello scorso anno, interviene sulla questione sollevata dal Corriere di Como a proposito del consuntivo dell’edizione 2018-2019 della Città dei Balocchi.
Nonostante l’obbligo di una rendicontazione «analitica e dettagliata» dei costi e dei ricavi, gli organizzatori della kermesse hanno presentato – allo scadere del termine fissato di due mesi – un bilancio generico, con sole 17 voci d’uscita e 6 di entrata.
L’assessore al Commercio, Marco Butti, ha chiesto subito che fosse approntato un rendiconto in linea con quanto stabilito dal contratto di appalto e da una mozione approvata in modo unanime dal consiglio comunale nel dicembre del 2017.
E a questa richiesta di Butti si è unita ieri pure Alessandra Locatelli a nome della Lega.
«Per noi è fondamentale che vengano rispettati i princìpi della buona amministrazione che riguardano la trasparenza e gli obblighi della rendicontazione – ha detto il vicesindaco – L’assessore Butti ha ritenuto opportuno chiedere maggiori informazioni sulle attività e sui conti finali della Città dei Balocchi e noi appoggiamo questa sua iniziativa».
Locatelli richiama pure il voto del consiglio comunale, ricordando come sia «fondamentale il rispetto delle indicazioni date dall’assemblea cittadina».
Il rendiconto degli organizzatori della kermesse natalizia non è quindi piaciuto nemmeno al Carroccio. Resta soltanto da capire in quali tempi sarà presentata al Comune la nuova versione, «analitica e dettagliata», dei conti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.