Città dei Balocchi senza concerto e manca il piano per la mobilità

Nonostante manchino pochi giorni all’apertura della ventiquattresima edizione della Città dei Balocchi – l’avvio della kermesse è previsto per sabato prossimo, 25 novembre – a Como non c’è ancora un piano per la mobilità.
L’anno scorso la kermesse natalizia era stata accompagnata da non poche polemiche: tutta la parte pedonale in viale Cattaneo sotto le Mura si era trasformata in un gigantesco parcheggio abusivo.
Ieri il sindaco del capoluogo, Mario Landriscina, durante la presentazione della manifestazione ha voluto sottolineare l’impegno della giunta di Palazzo Cernezzi, e in particolare dell’assessore ai Lavori pubblici e alla Viabilità, Vincenzo Bella, sul tema della mobilità durante la Città dei Balocchi.
Nei prossimi giorni – ha fatto sapere il primo cittadino di Como – sarà data comunicazione sulle soluzioni viabilistiche che saranno adottate per regolare il flusso di veicoli e di persone alla tradizionale kermesse natalizia, che ogni anno richiama migliaia di spettatori nel capoluogo lariano.
Intanto, sono molte le novità che accompagnano la 24esima edizione della Città dei Balocchi a cominciare da una su tutte: l’addio al tradizionale concerto per il Capodanno in riva al lago per motivi di sicurezza. Quest’anno, infatti, i più giovani dovranno rinunciare ai balli e al dj-set allestiti nelle scorse edizioni in piazza Cavour.
Lo scoccare della mezzanotte sarà dunque festeggiata soltanto con i fuochi pirotecnici esplosi da una piattaforma galleggiante e accompagnati da musica diffusa, nello straordinario palcoscenico naturale offerto dal primo bacino del Lago di Como.
«Ci sarà più spazio per lo spettacolo pirotecnico», ha sostenuto ieri Daniele Brunati, patron dell’evento natalizio.
Vittoria Dolci

Articoli correlati