Cittadella dei servizi in via Napoleona, la proposta del Corriere di Como incassa i primi sì

2015_02_19_CITTADELLA

Una cittadella dei servizi in via Napoleona nei padiglioni del vecchio ospedale Sant’Anna, la provocazione lanciata nelle scorse ore dalle pagine del Corriere di Como incontra le prime positive risposte.
L’ipotesi sollevata dal quotidiano è di far rivivere l’area di Camerlata con tutti quegli uffici pubblici che attualmente si trovano in convalle.
Oggi, secondo il Pgt (il piano di governo del territorio della città), la destinazione sanitaria è l’unica possibile per quella superficie. Il 60% della volumetria è indirizzata al pubblico, il restante 40% può essere ceduto invece ai privati.
Ma a ridosso di una scadenza importante – è fissato per domani un tavolo in Regione per il futuro della Cittadella Sanitaria – la proposta del Corriere di Como incassa i primi pareri favorevoli.

<Siamo disponibili a metterci al tavolo con tutti i soggetti coinvolti – spiega l’assessore all’Urbanistica del Comune di Como, Lorenzo Spallino> che ribadisce come <al momento l’unica destinazione prevista sia quella sanitaria>. Sulla stessa lunghezza d’onda il collega di giunta con delega al Patrimonio, Marcello Iantorno. <L’area è strategica e la sua valorizzazione è fondamentale per tutta la riqualificazione del quartiere>. L’assessore auspica un’accelerazione per la cittadella sanitaria e aggiunge <Vedrei bene anche il possibile trasferimento di altri servizi pubblici dislocati in città come l’Inps oggi in via Pessina e l’Inail in via Petrarca>.
Nel dibattitto irrompe anche la Camera di Commercio di Como non tanto sull’ipotesi di trasferire i propri uffici quanto sullo sviluppo delle infrastrutture. <Siamo favorevoli alla realizzazione di una nuova stazione delle Ferrovie Nord a ridosso dell’autosilo della Valmulini> dice il presidente Ambrogio Taborelli. Torna dunque alla ribalta il progetto di metropolitana leggera. <Con un tram o un trenino e un servizio di trasporto pubblico efficace – spiega il numero 1 di via Parini – si sgraverebbe il centro da migliaia di auto. Se poi in via Napoleona si riuniranno più servizi sarà tutto di guadagnato>.

Tratto da Espansione TV

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.