Cittadella Sanitaria ancora in stallo. La Cgil attacca Asl e Sant’Anna

alt L’area di Camerlata

La funzione pubblica comasca e la Camera del lavoro di Como intervengono nel dibattito sul riutilizzo dell’area ex- Trevitex e più in generale sulla riqualificazione di Camerlata con la cittadella sanitaria nell’ex Sant’Anna.
«Argomento che non ci stancheremo mai di sollevare fino a che non arriverà a buon fine – commentano Lucia Cassina, segreteria Cgil, e Matteo Mandressi, segretario Fp Cgil – È una soluzione strategica per la città, facilmente accessibile tramite i mezzi pubblici

e auto private, data anche la vicinanza all’autosilo, ora vuoto. Non ci interessa stabilire di chi è la colpa dell’immobilismo».
Oggi solo una minima parte dell’area di via Napoleona è tornata a vivere.
«È bloccato lo sviluppo delle attività ambulatoriali e l’Asl non ha ancora trasferito gli uffici e le attività sanitarie di sua competenza (ad esempio, Medicina dello Sport, Medicina del Lavoro, Medicina Preventiva). Si parla di trasferimenti di rami attività sanitarie, concentrate nel Monoblocco come il pre ricovero, il Day Hospital di Diabetologia e Allergologia, verso il nuovo Sant’Anna. Se così fosse, si svuoterebbe l’impianto su cui si basa il progetto di un poliambulatorio di facile accesso, di alta qualità, che decongestiona San Fermo».
Gli esponenti della Cgil ricordano infine come nel progetto iniziale la Cittadella sanitaria doveva essere «una sorta di chilometro zero della cura. Non solo, nella proposta si faceva anche riferimento ad una serie di attività con cooperative ed onlus, anche di tipo di piccola imprenditorialità. Chiediamo a tutti i cittadini di sollevare il problema e di vigilare affinché avvenga realizzata la cittadella».

Nella foto:
Stenta a decollare il progetto di una cittadella sanitaria all’interno del monoblocco dell’ex ospedale Sant’Anna di Camerlata

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.