Cittadella sanitaria in via Napoleona. A giorni la firma del nuovo accordo

Ma l’ipotesi di spesa si aggira sui 30 milioni di euro
Quattro piani di servizi sanitari e i restanti per gli uffici dell’Asl. Due nuove palazzine per il centro prelievi e per l’amministrazione dell’azienda sanitaria. La sede del distretto di Como nell’edificio che si affaccia su via Napoleona. Prende corpo il progetto della cittadella sanitaria che, entro la fine dell’anno, dovrebbe essere messo nero su bianco con la firma di un atto integrativo all’accordo di programma del nuovo Sant’Anna. L’ipotesi di spesa complessiva si aggira attorno ai

30 milioni di euro.
Da alcune settimane, i vertici di Asl e azienda ospedaliera lavorano alla definizione di un progetto che permetta di mettere assieme i servizi sanitari di base che il Sant’Anna intende mantenere in via Napoleona. Il piano d’intervento è ormai delineato e nelle prossime settimane dovrebbe approdare sul tavolo della segreteria tecnica per l’accordo di programma. Resta l’incognita sul finanziamento dell’opera, che avrebbe costi decisamente importanti. «L’azienda sanitaria ha bisogno di uno spazio di almeno 20mila metri quadrati – dice Roberto Bollina, direttore generale di via Pessina – Per ciò che riguarda il monoblocco, credo che occuperemo 3 o 4 piani, utilizzando quelli superiori. In accordo con l’azienda ospedaliera, abbiamo pensato di lasciare i servizi sanitari ai piani inferiori e gli uffici dell’Asl nella parte alta della struttura».
In questa ottica resta qualche dubbio sul recente annuncio dell’azienda ospedaliera di voler portare al settimo piano del monoblocco la libera professione. «Nessuna polemica – premette Bollina – Senza dubbio sarà uno dei passaggi che andremo a definire a breve. Ciò che posso dire con certezza è che nel monoblocco non vogliamo andare a ricreare l’ospedale che è stato trasferito altrove, ma offrire invece ai cittadini un servizio diverso».
Oltre al monoblocco, Asl e Sant’Anna si divideranno anche gli altri edifici che rimarranno a uso sanitario. È prevista, inoltre, la costruzione di due nuove palazzine: dovrebbero sorgere nell’area che si affaccia sulla Napoleona. Una ospiterà il nuovo centro unico di prenotazioni, la cassa e il centro prelievi del Sant’Anna. L’altra rimarrà all’Asl.
All’azienda sanitaria andrà anche la struttura che ospita l’ingresso principale dell’ex ospedale, destinata a diventare la sede del distretto di Como. Non farà parte della cittadella sanitaria, invece, il SerT, il servizio per le tossicodipendenze, che sarà trasferito in una nuova sede in via Stazzi.
«Il progetto della cittadella sanitaria non è più in discussione; a brevissimo firmeremo l’intesa come abbiamo stabilito in una serie di incontri con l’assessore regionale alla Sanità, Luciano Bresciani, e il dirigente Carlo Lucchina – dice ancora Roberto Bollina – L’Asl si trasferirà integralmente e per questo vogliamo che il progetto sia studiato al meglio, per garantire un servizio ottimale ai cittadini senza sprecare risorse».
I lavori veri e propri partiranno dopo la realizzazione della palazzina uffici nel nuovo Sant’Anna, che consentirà lo spostamento definitivo del personale tecnico e amministrativo dell’azienda ospedaliera ancora dislocato in via Napoleona ma destinato a spostarsi a San Fermo.
«Nelle riunioni precedenti della segreteria tecnica abbiamo chiarito che la cittadella sanitaria non è più in discussione e che l’Asl non farà alcuno spostamento “intermedio” nell’area dell’ex ospedale psichiatrico San Martino – sottolinea Giuseppe Cosenza, dirigente del settore Lavori pubblici della Provincia – Non appena Asl e azienda ospedaliera avranno definito la suddivisione degli spazi convocheremo la segreteria tecnica per definire l’atto integrativo all’accordo di programma».

Anna Campaniello

Nella foto:
L’Asl occuperà 3 o 4 piani del monoblocco, con ogni probabilità quelli superiori. I servizi al cittadino saranno invece dislocati nei piani inferiori

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.