Cronaca

Cittadella sanitaria in via Napoleona, prove di trasloco

alt Sanità e territorio
Ieri mattina il sopralluogo dei vertici dell’Azienda ospedaliera e dell’Asl di Como
San Martino, ex ospedale Sant’Anna, via Vittorio Emanuele. Grandi manovre sullo scacchiere della sanità comasca, con l’Asl che potrebbe (finalmente) iniziare il trasloco nella futura cittadella sanitaria in via Napoleona e la stessa azienda ospedaliera pronta a rivedere la collocazione di alcuni servizi legati al dipartimento di salute mentale.
Ieri mattina, il direttore generale del Sant’Anna, Marco Onofri, e l’omologo dell’Asl, Roberto Bollina, hanno effettuato un sopralluogo nell’ex

ospedale psichiatrico, prima, e in via Napoleona, poi. All’ordine del giorno lo spostamento imminente del consultorio e della continuità assistenziale per l’azienda sanitaria e di neuropsichiatria, scuola infermieri e centro diurno per l’azienda ospedaliera.
«L’obiettivo è la cittadella sanitaria in via Napoleona e lo stiamo portando avanti – dice Bollina – Credo che già a settembre saremo pronti a spostare nell’ex Sant’Anna il consultorio e la guardia medica. Entrambi questi ambulatori saranno collocati nella palazzina che si affaccia sulla Napoleona, facilmente accessibile».
L’edificio destinato ad accogliere guardia medica e consultorio è attualmente occupato dalla Neuropsichiatria Infantile del Sant’Anna, ambulatorio che dovrebbe essere spostato nel monoblocco. L’azienda ospedaliera si prepara inoltre a portare al San Martino, nell’area dell’ex ospedale psichiatrico, la scuola infermieri e il centro diurno per i pazienti del dipartimento di salute mentale oggi in via Vittorio Emanuele, nel centro di Como.
Tornando all’Asl, nonostante l’annunciato, imminente trasloco, il consultorio si prepara comunque a uno “spostamento intermedio”. Attualmente, il servizio è al secondo piano dell’edificio centrale di via Castelnuovo. Nelle prossime settimane, però, sarà trasferito al piano terra della stessa struttura, dove proprio in questi giorni sono in corso lavori di manutenzione e sistemazione degli spazi.
«Stiamo facendo interventi minimi di manutenzione e a costi ridottissimi – dice Bollina – Nei locali al secondo piano, dov’è attualmente il consultorio, ci sono problemi organizzativi legati all’accesso e ai servizi igienici. Dovremmo necessariamente intervenire entro l’estate per adeguarci alle normative previste per l’accreditamento. Abbiamo preferito spostare il servizio al piano terra in attesa del trasloco definitivo».

Anna Campaniello

Nella foto:
Imbianchini e operai al lavoro nei locali che dovranno ospitare il consultorio. La struttura si trasferisce dal primo piano al livello terra per problemi di accesso e servizi igienici (Mv)
29 maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto