Civitas scrive al prefetto «Ordine del giorno fuori dalle regole»

Bruno Magatti

La chiusura “anticipata” del consiglio comunale del 22 luglio, causata dalla mancanza del numero legale, e la decisione della presidente dell’assemblea, Anna Veronelli, di non proseguire ieri con lo stesso ordine del giorno, ha scatenato le proteste di Civitas. «Il regolamento prevede che nella seduta successiva a un consiglio concluso per mancanza di numero legale si proceda in modalità di seconda convocazione – ha detto ieri Bruno Magatti, consigliere di Civitas – L’ordine del giorno è quindi lo stesso della prima adunata. Veronelli ha deciso diversamente. Abbiamo sollevato la questione subito ma senza alcun esito. Siamo stati quindi costretti a scrivere al segretario generale e al prefetto perché sia garantito il corretto svolgimento del consiglio. Civitas considera le regole come il fondamento del vivere civile e il loro mancato rispetto un abuso che offende tutte le persone che le rispettano. Siamo pronti, comunque, ad attivare ogni forma di tutela che si rendesse necessaria», conclude Magatti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.