La giunta boccia il progetto di viale Varese. «Si sovrappone al piano del traffico»

Il parcheggio di viale Varese oggi

CCentrodestra e centrosinistra pari sono. Almeno sul fronte di viale Varese.
La giunta del capoluogo ha infatti deciso stasera, in una riunione convocata alle 20, poco prima del consiglio comunale, di non avviare la procedura di project financing relativa alla concessione dell’area a ridosso delle vecchie mura cittadine per la realizzazione di nuove aree di sosta. Com’è noto, il progetto era stato presentato dall’impresa edile Nessi & Majocchi e aveva suscitato una quantità indescrivibile di commenti e prese di posizione.
Favorevoli e contrari si erano subito fronteggiati argomentando nell’una e nell’altra direzione. E dure polemiche erano anche esplose in consiglio comunale, dove soprattutto il Pd e Svolta Civica avevano annunciato una dura battaglia.
L’ascia di guerra è stata però sotterrata con largo anticipo dalla stessa giunta, che ieri sera ha sostanzialmente archiviato la richiesta di Nessi & Majocchi.
I motivi della decisione di Palazzo Cernezzi sono stati riassunti dall’assessore alla Mobilità, Vincenzo Bella.
«Sono almeno tre i motivi che ci hanno portato a dire no alla proposta avanzata dall’impresa Nessi & Majocchi su viale Varese – ha spiegato Bella al Corriere di Como – Il primo riguarda la ripartenza dell’iter procedurale del piano del traffico urbano. Il progetto di viale Varese sarebbe anticipatorio di scelte che devono ancora essere discusse e vagliate con attenzione».
Il secondo motivo, ha continuato l’assessore Bella, è legato alla conclusione della vicenda Ticosa. «Abbiamo di nuovo la disponibilità dell’area di via Grandi che è strategia in termini di progettazione della sosta – spiega il titolare della Mobilità – i futuri parcheggi in Ticosa sarebbero molto vicini a quelli di viale Varese» e forse poco giustificabili. Terzo motivo, il ruolo di Csu: «È una società che ha come scopo lo sviluppo e la gestione di posteggi. Se mai dovessimo ripensare viale Varese, daremmo l’incarico proprio alla Csu».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.