Cultura e spettacoli

Classica lariana “globetrotter”, Alogna e Leotta spiccano il volo

altIl pianista pronto per la quarta tournée in Asia. Il violinista parte alla conquista di Città del Messico
Cervelli in fuga? Nemmeno per sogno. Suonano spesso nel nostro territorio, dove forse meriterebbero qualche concerto in più. Ma la loro carriera li spinge a prendere spesso voli intercontinentali.
Sono due interpreti della cosiddetta musica classica di origine lariana in primo piano che incarnano, di fatto, un fenomeno virtuoso: dopo anni di fatiche e studi, il successo ripaga anche in termini di prestigiose tournées all’estero.

Stiamo parlando di Davide Alogna, violinista che ha conquistato in un anno due copertine di “Amadeus”, e del pianista Christian Leotta, osannato dalla critica per la recente “maratona” dell’integrale delle Sonate di Ludwig Van Beethoven per l’etichetta canadese Atma Classique. 

Quest’ultimo sta partendo per la sua quarta tournée in Asia. Un’impegno che ha richiesto più di un anno di lavoro e di cooperazione fra numerosi manager e sponsor internazionali, nonché l’appoggio dei ministeri della Cultura e degli Esteri di Italia, Giappone, Cina, Thailandia, Filippine e India. In tutto, 12 live in un mese nelle più importanti sale da concerto dell’Asia. «Non c’è nessun musicista italiano, di qualsiasi generazione, che abbia l’onore di effettuare una tournée di tali proporzioni», dice soddisfatto Leotta.
Anche Alogna fa le valigie: presto sarà a Città del Messico per suonare da solista al Palau de Bellas Artes, il più importante teatro del Messico, con l’Orchestra da Camara de Bellas Artes il Concerto per violino di Ottorino Respighi che ha inciso per Amadeus. Suonerà il 6 novembre al Palau e il 9 al Conservatorio Nazionale di Città del Messico e sarà una prima nazionale per il brano respighiano. Poi il 15 novembre presenterà nella Sala Maddalena a Monza il cd con un recital accompagnato da Irene Veneziano e il 23 novembre al Museo d’Arte di Mendrisio illustrerà l’evoluzione del repertorio per violino solo con brani di Bach, Paganini, Ysaye, Piazzolla e Glass. Infine, il 30 dicembre debutterà come solista alla Smetana Hall di Praga, con la North Czech Philarmonic. In programma il Concerto per violino e orchestra di Jouhannes Brahms.

Nella foto:
Christian Leotta. 
16 Ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto