George Clooney, retroscena comasco del nuovo film in diretta da Fabio Fazio

George Clooney Fazio Fabio

Ospite ieri sera di “Che tempo che fa” su Rai Tre George Clooney intervistato da Fabio Fazio ha rivelato alcuni retroscena del nuovo film “The midnight sky” di cui è regista attore e produttore che uscirà su Netflix mercoledì prossimo.

In diretta dalla sua casa di Londra in pieno lockdown da coronavirus, senza la moglie Amal, l’attore Usa ha rivelato che era l’anno scorso in preparazione del film sul lago di Como e doveva farsi crescere una barba lunga alla David Letterman per il suo personaggio, e dimagrire pesantemente visto che l’uomo che interpreta nel film, il professor Augustin, è un malato grave.

Clooney ha perso 13 chili per interpretarlo. “Sul lago mangiavano tutti pastasciutta, solo io dovevo mangiare tutto il tempo zuppa di lenticchie. E i miei figli usavano la barba lunga per nascondervi di tutto, ci ho trovato dentro di tutto”. Forse anche per questo a fine collegamento Fazio gli ha presentato come dono di Natale una macchina per la pasta, simbolo della cucina made in Italy.

Il film è stato girato in Islanda e racconta una storia apocalittica ed ecologica ambientata nel 2050. “Non vedo l’ora che arrivi il vaccino – ha detto Clooney – Vi invito tutti caldamente a mettere la mascherina, c’è una luce in fondo al tunnel. Mi è spiaciuto tanto quest’anno non venire da voi in Italia, ci manca tantissimo; per la prima volta dopo vent’anni non ho rivisto il Lago di Como”.

Il film è stato girato in Islanda, con temperature oltre i -30 gradi, ha rivelato Clooney, che ha fatto anche i complimenti al suo doppiatore italiano, l’attore Francesco Pannofino.

George Clooney Fabio Fazio
George Clooney

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.