Coach Bucchi: «Affrontiamo Trieste con fiducia e umiltà»

Piero Bucchi Pallacanestro Cantù

Piero Bucchi, allenatore della Pallacanestro Cantù che ieri ha festeggiato 63 anni, è stato chiamato come assistente allenatore della Nazionale italiana di basket. La Federazione ha annunciato il suo ingresso tra i componenti dello staff guidato dal commissario tecnico Romeo Sacchetti.
La notizia è arrivata alla vigilia della gara dell’Acqua S.Bernardo, che domani sarà impegnata in trasferta a Trieste (palla a due alle ore 20.45, con diretta su RaiSport).
I brianzoli hanno vinto due delle ultime tre sfide disputate, con Varese e con Treviso, e ora sono al penultimo posto in classifica. Trieste, dal canto suo, si è resa protagonista di un buon campionato e ha anche conquistato la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia, dove è stata poi eliminata da Brindisi.
I brianzoli si presentano con il morale alto, ben decisi a dare seguito al successo interno con Treviso.
«Nel corso della settimana i ragazzi hanno svolto un ottimo lavoro, dimostrando grande voglia in allenamento e una buona intensità» ha detto alla viglia Piero Bucchi.
«Con Treviso siamo stati abbastanza costanti in difesa – ha aggiunto l’allenatore di Cantù – nel primo tempo abbiamo subito tanti canestri, è vero, ma anche per meriti degli avversari. Poi, però, pian piano, la nostra difesa è riuscita a macinare e nel complesso siamo stati bravi. Andrea Pecchia, ad esempio, ha disputato una partita eccellente, di sacrificio e di grande abnegazione, motivo per cui si è meritato tanti minuti in campo».
Sulla sfida di domani in casa dei giuliani il coach ha spiegato: «È una squadra molto buona, ricca di talento e con tanti buoni tiratori. Inoltre, ha ampiamente meritato la qualificazione alla Coppa Italia, gratificazione importante sia per i giocatori sia per la società. Andiamo a giocare Trieste con molta umiltà, ma anche con fiducia perché i ragazzi stanno lavorando bene».
Dopo il fallimento nel 2004 e la rifondazione del club triestino, sono soltanto quattro i precedenti tra Cantù e l’attuale società: il bilancio parla di due vittorie per parte. L’ultimo confronto si è disputato lo scorso 16 dicembre al PalaDesio. Un turno infrasettimanale necessario per via dei numerosi precedenti rinvii dovuti al Covid, che all’epoca aveva colpito il gruppo squadra dei brianzoli. A vincere quel match era stata l’Acqua S.Bernardo con il punteggio di 73-67. Canturini trascinati dal 22enne americano Sha’markus Kennedy, autore di una prova totale da 21 punti, 11 rimbalzi e 7 stoppate.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.