Colbrelli, "la Roubaix? Pensavo di cadere, invece…"

"Non mi acconto

(ANSA) – TRENTO, 09 OTT – "Alla Parigi-Roubaix sono partito senza grande pressioni. Mi sono detto ‘va come deve’, e anche ai miei famigliari, che di solito vengono a tifarmi alle gare, ho consigliato di stare a casa, perché comunque mi aspettavo di cadere". Così Sonny Colbrelli, vincitore della classica del Nord e del Campionato europeo di ciclismo su strada 2021, al Festival dello sport di Trento. Il bresciano Colbrelli, dialogando con Maurizio Fondriest, Antonino e Ignazio Moser, ha raccontato diversi episodi legati alle competizioni vinte. "Agli europei di Trento è stato un risultato di squadra, siamo riusciti a fare tutto quello che c’eravamo prefissati e io ho messo la ciliegina sulla torta. Ho trovato una giornata super sulle gambe, stavo bene, ma avevo una grande pressione dentro di me, che poi è esplosa alla fine", ha detto il ciclista. "Mi è sempre stato insegnato a battere il ferro finché è caldo, e a non sedermi sugli allori. Il primo obiettivo del prossimo anno sarà la classicissima Milano-Sanremo, poi il Giro delle Fiandre e ancora la Roubaix". A dirlo è stato il ciclista Sonny Colbrelli, al Festival dello sport di Trento. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.