Colombo promosso, il premio benaugurante di Lipomo

Andrea Colombo premiato

Un riconoscimento per il traguardo raggiunto e, allo stesso tempo, un segno di incoraggiamento per arrivare a conquistare nuovi importanti successi.
Cerimonia, ieri mattina, nel palazzo comunale di Lipomo, con l’arbitro di calcio Andrea Colombo – appena promosso nella Can A e B – che risiede nel paese alle porte del capoluogo.
Il sindaco Alessio Cantaluppi e l’intera amministrazione comunale, in rappresentanza di tutti gli abitanti di Lipomo, hanno voluto manifestare la stima al concittadino che nelle ultime stagioni ha diretto partite di serie C e che nella prossima stagione, dopo la promozione decisa dai vertici dell’Associazione italiana arbitri, sarà designato per quelle di B ed eventualmente anche di serie A.
A Colombo, classe 1990, è stata consegnata una targa in un evento che in condizioni normali sarebbe stato pubblico, ma che, per ragioni legate all’emergenza sanitaria in corso, è stato per forza di cose a inviti.
«Lo sport ci regala valori – ha detto il primo cittadino Alessio Cantaluppi – È un dovere essere grati ai lipomesi che portano i nostri colori con onore in Italia e in eventi di rilievo. Purtroppo non abbiamo potuto organizzare un appuntamento pubblico, ma abbiamo dovuto allestire una cerimonia ristretta. In questa occasione ci sentiamo di rappresentare tutta la nostra comunità nel tributo a uno sportivo che dal 2006, anno in cui ha iniziato ad arbitrare, con lavoro e impegno, si è costruito una carriera importante, ad alti livelli».
«Io ho giocato a calcio in modo amatoriale – ha concluso il primo cittadino – e, dico la verità, non farei mai l’arbitro, è un compito difficile, che merita stima. Io l’ho sempre visto come la figura che porta il rispetto delle norme e delle leggi, con rigore, sul terreno di gioco».
Colombo, nel ringraziare gli amministratori, ha sottolineato la soddisfazione di vivere in un paese dall’ottima qualità di vita e che gli offre anche luoghi, come il percorso della Valbasca, che gli hanno consentito di svolgere al meglio i suoi allenamenti, anche nella delicata fase del lockdown.
Come ha anche sottolineato il sindaco Cantaluppi, Colombo ha iniziato la carriera arbitrale nel 2006. Lo aveva consigliato suo cugino Raffaele, che all’epoca era iscritto all’Aia cittadina e che poi ha fatto carriera nella pallanuoto, sport in cui è ora un direttore di gara internazionale. La promozione di Andrea era attesa, ma era ovviamente necessario aspettare la comunicazione ufficiale.
I segnali non erano comunque mancati: nell’ultima stagione, infatti, gli erano sempre state affidate sfide molto delicate, compresa la delicatissima semifinale dei playoff di serie C tra Avellino e Padova. Prima di lui, gli ultimi “fischietti” lariani designati in serie A e B erano stati Luca Marelli (tra 2005 e 2009) ed Emilio Ostinelli (tra 2010 e 2014).
Andrea Colombo è l’esponente di vertice della sezione Aia cittadina, che in serie C nella prossima stagione continuerà a contare su due arbitri (Mattia Caldera e Alessandro Di Graci) e un assistente (Michele Piatti).

Andrea Colombo con la targa ricevuta in comune a Lipomo


Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.