Colpi in banca a Como: chiesto il giudizio per la banda di sudamericani

Ai quattro vengono contestati la tentata rapina al Credito Valtellinese e l’assalto alla Bnl

tribunaleLa procura ha chiesto al giudice il rinvio a giudizio per la banda dei sudamericani, protagonisti di più colpi nelle banche del centro città. Sono quattro le persone arrestate, per la precisione una cilena di 34 anni, un colombiano di 35 anni, un altro colombiano di 41 anni e un messicano di 28 anni. Secondo la tesi accusatoria, sono i responsabili della tentata rapina alla filiale di Como via Cadorna del Credito Valtellinese e anche del colpo andato a segno alla Bnl di piazza Cavour, che frutto alla banda un bottino ai 14.500 euro. I quattro agivano in comune accordo, dividendosi i ruoli.

Mentre la ragazza cilena simulava difficoltà di prelevamento con il Bancomat, il colombiano faceva cadere a terra delle banconote il tutto per distogliere le attenzioni dei cassieri. A questo punto entrava in azione un terzo complice che si avvicinava agli sportelli per prendere i contanti mentre un ulteriore quarto elemento della banda rimaneva in coda con altri clienti pronto ad intervenire. La tentata rapina risale all’8 ottobre 2012, il colpo riuscito alla Bnl al 16 aprile sempre del 2012. L’udienza preliminare deve ancora essere fissata.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.