Cronaca

Coltellata al volto in piazza: arrestato l’aggressore

altA Como l’episodio in febbraio

Un colpo di coltello al volto, con un taglio profondo dal labbro superiore allo zigomo. Una ferita medicata con molti punti di sutura e una prognosi di 20 giorni, il cui sfregio rimarrà sempre visibile.
Una scena shock, accaduta nella notte tra il 23 e il 24 febbraio scorso in centro città a Como – tra via Milano alta e piazza San Rocco – tra la

vittima, un tunisino di 21 anni, e un connazionale poi fuggito.
Uno scontro nato per motivi futili, ovvero la richiesta di 5 euro per poter comprare un pacchetto di sigarette. Al rifiuto del 21 enne, l’aggressore l’avrebbe colpito con un fendente in pieno volto per poi allontanarsi in motorino con un complice. Su quell’episodio di violenza, da giorni stavano lavorando gli uomini della squadra Mobile di Como, allertati dalle volanti intervenute la sera dello scontro.
L’identificazione del responsabile è dello scorso 4 marzo, poi sono iniziati gli appostamenti per cercare di rintracciarlo. Un lavoro che ha sortito l’effetto sperato il 21 marzo, quando il presunto accoltellatore è stato fermato mentre entrava in casa della compagna a Como, nel quartiere di Muggiò. In manette è finito un tunisino di 24 anni che è ora in stato di fermo al Bassone.
Il fascicolo è aperto sul tavolo del sostituto procuratore di Como, Massimo Astori, e le ipotesi di reato parlano di lesioni gravissime oltre al porto d’arma. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, il 24enne «in evidente stato di ebbrezza», dopo aver chiesto i soldi per le sigarette ricevendo risposta negativa, avrebbe prima colpito la vittima con il casco da motociclista, poi avrebbe estratto un coltello ferendo il connazionale con un profondo taglio al volto. Uno sfregio che sarà «permanente». Dopo l’aggressione il presunto colpevole si sarebbe allontanato a bordo di un motorino facendo perdere le proprie tracce. Almeno fino a queste ore quando è stato individuato e fermato a Como, mentre stava per entrare in casa della compagna.

Nella foto:
L’intervento fu compiuto dalle volanti della Questura. La squadra Mobile, nelle scorse ore, è poi riuscita a risalire all’identità dell’aggressore che è stato fermato
23 marzo 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto