Coltello alla gola della cassiera, ma il rapinatore finisce in manette

L'IN'S di Cadorago, teatro della rapina

È finito in manette un rapinatore di 30 anni, originario di Cantù, ma da tempo residente in provincia di Sondrio, che ieri pomeriggio non ha esitato a puntare il coltello alla gola di una cassiera del supermercato In’s di Cadorago. Un colpo fulmineo, con l’uomo che con il volto parzialmente coperto da un cappellino con la visiera, si è diretto verso una delle casse e si è fatto consegnare 345 euro in contanti.

L'IN'S di Cadorago, teatro della rapina © TB | L’IN’S di Cadorago, teatro della rapina

Il rapinatore si è poi dato alla fuga a piedi. La prontezza di riflessi dei dipendenti dell’esercizio commerciale si è però rivelata fondamentale. I colleghi della cassiera hanno subito fornito una completa descrizione dell’abbigliamento del rapinatore ai carabinieri, ma non solo, hanno seguito, a distanza i suoi spostamenti. Dati grazie ai quali i militari della stazione di Lomazzo, aiutati da due pattuglie delle vicine caserme sono risaliti al fuggitivo e lo hanno arrestato.

Il 30enne che non si era neppure tolto il cappellino da baseball, aveva nelle tasche il bottino e il coltello, con una lama di circa 12 centimetri, utilizzato per il colpo.
È stato così portato in carcere al Bassone. L’uomo aveva già avuto problemi con la giustizia sempre per il reato di rapina.

L’allerta sul fronte della criminalità rimane ad ogni modo elevata su tutto il territorio della compagnia di Cantù, guidata dal capitano Francesco Coratti, con servizi quotidiani dedicati proprio al contrasto dei reati predatori.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.