Comense da sogno. Il presidente Pennestrì: «Daremo battaglia a ogni avversario»

Basket femminile Oggi alle 18 le nerostellate a Schio  
Una gara di cartello tra due grandi del basket italiano: questa è la definizione giusta per il match tra Famila Schio e Comense, che oggi alla 18 va in scena nella cittadina veneta. Un match che peraltro sarà seguito da un copioso numero di sostenitori della squadra lariana, che hanno organizzato un pullman per sostenere le ragazze di coach Loris Barbiero. Incontro dal sapore particolare, visto che con le arancioni militano due grandi ex lariane, Laura Macchi e Raffaella Masciadri.
Una gara di vertice, quella odierna, visto che si confrontano la prima e la terza squadra del campionato. In testa, infatti, c’è
proprio Schio, con 24 punti (alla pari con Taranto), seguita dalla Comense, a quota 22.
Le nerostellate, dal canto loro, arrivano a questo match cariche dopo il confortante successo ottenuto nel recupero di mercoledì contro Priolo: una larga vittoria in una partita in cui si sono messe in luce anche le giovani atlete del vivaio nerostellato. Le ragazze che sono state schierate da Barbiero – Laura Spreafico, Giulia Maffenini, e la 16enne Alessia  Smaldone – hanno ben figurato.
«Un bel segnale davvero – commenta Antonio Pennestrì, presidente della società nerostellata – Il nostro settore giovanile rimane un fiore all’occhiello e soprattutto una garanzia per il futuro».
Ma prima di guardare troppo lontano, il numero uno della società di via dei Partigiani si sofferma su un presente esaltante. «Io voglio rimanere con i piedi per terra – dice Pennestrì –  Certo è che i risultati parlano chiaro e la classifica, con la nostra squadra a due punti dalla vetta, è sicuramente incoraggiante».
«Qualche volta ripenso alla gara di Umbertide che abbiamo perso dopo tre tempi supplementari – ammette il presidente – nella settimana in cui Kimberly Butler è fuggita e quindi avevamo una pesante defezione. Con una rosa “normale” ci sarebbe stato anche quel successo».
Ma ora è tempo di pensare alla sfida odierna di Schio. «Non mi voglio sbilanciare  – conclude Pennestrì – Di fronte c’è una squadra forte, che all’andata abbiamo peraltro battuto. La Comense sicuramente non sarà la vittima designata: il nostro è un grande gruppo e darà filo da torcere a qualunque avversario».

Massimo Moscardi
     

Nella foto:
Da sinistra, Alessia Smaldone, Laura Spreafico e Giulia Maffenini, ragazze cresciute nel vivaio, ora nel giro della prima squadra

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.