Comense, la serba Ajanovic sostituisce la fuggitiva Butler

Basket femminile – Società sul mercato
Il Pool Comense ha aperto il girone di ritorno con un doppio colpo. Non solo ha sbancato in scioltezza Alcamo per 45-71 e approfittato della doppia caduta di Schio e Umbertide per avvicinarsi a due punti dal secondo posto, ma oltretutto si è regalata la nuova straniera scelta per rimpiazzare la fuggitiva Butler.
Ieri, la società di via Partigiani ha infatti ufficializzato l’ingaggio fino a fine stagione della 32enne lunga serba Ines Ajanovic, 196 centimetri, in uscita dalla squadra polacca
di Gdynia ma già vista in Italia a Viterbo dal 2005 al 2007 e a Parma nella stagione 2009-2010.
«Siamo convinti di aver fatto la scelta giusta – dice il dirigente nerostellato Stefano Pennestrì – puntando su una giocatrice che ha esperienza del nostro campionato ma anche internazionale, visto che in questa stagione ha giocato l’Eurolega con buoni profitti. Nella sua carriera anche un’esperienza negli Usa: dal 1999 al 2002 ha giocato nel campionato Ncaa con la South Carolina».
Il compito di Ajanovic sarà di rimpiazzare sotto le plance Butler anche se si presenta con caratteristiche non proprio simili. «Infatti è una giocatrice differente: rispetto a Butler è più pivot, ha una mano meno morbida ma sicuramente è più spigolosa in difesa, diciamo pure più cattivella. Mi piace definirla una lunga mobile adatta al gioco proposto dal nostro coach».
La vedremo in campo già domenica nella sfida casalinga contro Priolo? «Dipenderà se riusciremo a tesserarla in tempo, cioè entro venerdì a mezzogiorno, ma questo è subordinato ai tempi del rilascio del visto in Serbia dove la ragazza si trova in questo momento».
Aspettando l’arrivo di Ajanovic che già domani dovrebbe sbarcare in Italia, la Comense si gode la sua prima vittoria del 2012. «Diciamo che quella di Alcamo era ampiamente prevista – spiega Pennestrì – per i valori in campo abbiamo rispettato il pronostico. Nel complesso siamo soddisfatti del nostro campionato». Certo che sarebbe bastato vincere una delle due partite perse ai supplementari o evitare la sconfitta all’ultimo secondo con Sesto, per essere a pari di Schio e Umbertide al secondo posto.
«Sono sincero, non abbiamo nessun rimpianto: siamo sereni e contenti del nostro cammino. L’unico rammarico se mai è per il caso Butler, che ci ha creato un danno che, sono convinto, abbiamo pagato anche sul campo a Umbertide».
Da segnalare che quella di domenica è stata l’ultima partita per Giulia Pasqualin, che oggi viene operata a Milano dallo staff del dottor Piero Volpi per la ricostruzione del legamento crociato del ginocchio: per lei la stagione è finita. Buone nuove arrivano invece sul fronte azzurro: la play Giulia Gatti, infatti, è stata convocata per il nuovo raduno con la Nazionale maggiore in corso di svolgimento a Roma.

Nella foto:
Una curiosa immagine di Ines Ajanovic, nuovo acquisto della Comense

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.