Comense per il podio

Basket donne – Domenica l’esordio in campionato a Forlì contro Alcamo. I tifosi nerostellati sognano, come obiettivo minimo, la semifinale tricolore
«Finalmente si comincia. Io e tutta la squadra non vediamo l’ora di iniziare il campionato dopo tanto lavoro in palestra».
Non sta più nella pelle Giulia Gatti, la giovane playmaker del Pool Comense che si appresta a debuttare nel campionato di serie A1 donne, domenica a mezzogiorno sul neutro di Forlì contro Alcamo.
Bergamasca classe 1989, cresciuta nel vivaio di Albino, Gatti arriva da Pozzuoli. Ora la tappa nerostellata che ha accettato in estate con entusiasmo sapendo di andare a ricoprire un ruolo delicato di responsabilità. «Sono sincera – dice Giulia – mi sento sempre più a mio agio in questo ruolo grazie al lavoro quotidiano, allo staff e alle compagne».

La Comense, che ieri sera è stata presentata ufficialmente e al gran completo in occasione della “Notte delle stelle” a Orsenigo, arriva al match d’esordio contro Alcamo sulla scia di un buon precampionato culminato con il doppio successo in Coppa Italia a spese del Cus Cagliari.
«È vero – conferma Gatti – siamo cresciute in queste settimane nell’affiatamento e nel gioco. Il doppio impegno con Cagliari è stato un utile allenamento. Diciamo che le premesse sono buone perché arriviamo con grande entusiasmo e una buona chimica di gioco al via del campionato».
Nonostante qualche infortunio e acciacco lungo il percorso, il roster della Comense si presenta a questa nuova stagione molto competitivo e più profondo del recente passato. Con quali obiettivi? «Onestamente non abbiamo mai parlato nello spogliatoio di obiettivi e traguardi – aggiunge Giulia Gatti – per ora abbiamo cercato di conoscerci sempre di più dentro e fuori dal campo, lavorando tanto insieme. Penso che i risultati si sono man mano visti sul campo e sono convinta che siamo un bel gruppo. Proprio la nostra coesione sarà l’arma vincente in questa stagione che spero sia ricca di soddisfazioni per noi, per la società e i tifosi».
I tifosi sperano di ripetere l’ultima bella stagione e sotto sotto sognano di tornare dopo anni a giocare la semifinale. «Vedo un campionato molto equilibrato con in pole position quale grande favorita la squadra campione in carica la Famila Schio – conclude il play nerostellato – e appena dietro Taranto, due formazioni che hanno budget superiori a tutti e roster costruiti per giocare l’Eurolega. Poi ci sarà grande lotta e noi non ci tireremo indietro ma proveremo ad arrivare più in alto possibile».
Dopo l’ultima amichevole precampionato giocata mercoledì contro le svizzere del Sion, in vista dell’esordio è pienamente recuperata la britannica Kim Butler.
Rientrata in gruppo, dopo l’intervento al menisco, anche l’ala del 91 Laura Spreafico: «Ora va molto meglio – spiega – L’intervento è andato bene, ma è stata dura guardare la squadra da bordo campo. Il ginocchio ha recuperato bene con la rieducazione e ora non vedo l’ora di scendere in campo e iniziare la stagione».

Andrea Piccinelli

Nella foto:
Giulia Gatti, giovane play della Comense, che si appresta a debuttare in A1 (Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.