Sport

Comense, le tre straniere preparano le valigie

Basket donne – Iscrizione incerta al campionato di serie A 2012-2013: le stelle Harmon, Smith e Hicks sono pronte all’addio
Nel giorno della festa finale del Pool Comense le parole più gettonate per etichettare la stagione appena conclusa sono state «emozione» e «gruppo».
Parole dal suono ancora più accattivante, quando a pronunciarle nel loro simpatico italiano sono state le tre campionesse straniere della squadra nerostellata: Jill Harmon, Brooke Smith e Cameo Hicks, le Charlie’s Angels in nerostellato, probabilmente il miglior terzetto del campionato italiano che sul Lario ha conquistato tutti, dentro e fuori dal campo
nell’anno in cui la squadra nerostellata ha conquistato la semifinale tricolore di basket donne.
«È stata una stagione fantastica, peccato che sia volata via così in fretta come tutte le cose belle». Gli occhi del capitano Jillian Harmon sono lucidi: un mix di gioia e commozione per l’incredibile cavalcata appena conclusa. «A Como ho passato tre anni molto belli ma quest’ultimo è stato incredibile. Sono felice per le emozioni che ho vissuto al fianco di questo gruppo straordinario e condiviso con il nostro pubblico ma al tempo stesso confesso che provo anche un po’ di tristezza perché questa stagione è già finita».
Una stagione per la prima volta vissuta con i gradi di capitano. «Per me è stato un grande onore rivestire lo stesso ruolo di campionesse come Viviana Ballabio e in un club così blasonato – dice – Quando a inizio stagione me lo hanno proposto, ho accettato subito e mi è piaciuto farlo. Ma non ho fatto molto di più delle altre mie compagne – sorride la neozelandese – in un gruppo così speciale non è stato necessario fare molto».
Lo sguardo di Harmon guarda al cielo quando si parla di futuro, lei che sembra già corteggiata da molti grandi club. «È presto per parlare di quello che succederà – spiega – Nonostante la crisi mi auguro che il campionato italiano possa confermarsi come uno dei più belli e competitivi d’Europa perché io voglio rimanere a giocare in Italia». Ancora in Comense? «Spero di cuore che la Comense possa restare in serie A?». Una risposta che nasconde un addio. Nessuno lo dice ma in molti lo pensano.
Come sembra difficile rivedere in nerostellato Brooke Smith: «Dopo la bella esperienza di tre anni fa sono tornata a Como e ho vissuto un’altra stagione bellissima – spiega – Mi sono proprio divertita perché abbiamo costruito un gruppo unito e soprattutto abbiamo giocato un bel basket». Il momento più bello? «Sicuramente gara 4 di semifinale vinta contro Schio a Casnate dopo aver recuperato uno svantaggio di 10 punti davanti al nostro pubblico: è stato esaltante». Sul suo futuro lascia la porta semiaperta. «Certo che mi piacerebbe restare a Como, se ci sarà ancora una squadra in A, vedremo».
Come Harmon anche Smith ha grande mercato, così come la connazionale Cameo Hicks. «Inutile negarlo – dice quest’ultima – Quando si finisce una stagione così speciale ed emozionante, la soddisfazione si mischia alla tristezza perché in questo gruppo abbiamo condiviso tutto, gioie e dolori». Hicks svela un retroscena che ha innescato la cavalcata nerostellata: «Tutto è cambiato dopo le sconfitte con Sesto e Umbertide. Sentivamo che dentro di noi c’era qualcosa che dovevamo tirare fuori».
Sul futuro la giocatrice afferma: «Spero di cuore che la Comense possa giocare ancora in serie A: lo spero per la società, così storica, per questi super tifosi e anche per me?».
Le Charlie’s Angels hanno chiuso le valigie e salutato i tifosi: nessuno lo dice ma la sensazione è che sarà difficile rivederle tutte insieme con il nerostellato addosso.

Andrea Piccinelli

Nella foto:
La neozelandese Jillian Harmon, capitano dell’ultima stagione, è destinata all’addio
11 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto