Como beffato nel finale: pari con la Giana. Gallo: “Due punti buttati”
Sport

Como beffato nel finale: pari con la Giana. Gallo: “Due punti buttati”

La beffa in zona Cesarini. Dopo la lunga pausa di inizio  anno, il 2017 del Como è iniziato con il pari interno (1-1) contro la Giana Erminio. In vantaggio per 1-0 con l’attaccante Matteo Chinellato al 36′ del primo tempo, i lariani sono stati raggiunti al 90′ da un rete dell’attaccante ospite Salvatore Bruno, che ha approfittato della distrazione degli azzurri su un calcio di punizione.

Fabio Gallo, allenatore del Como

Un pari, per come è arrivato, che ha lasciato l’amaro in bocca all’allenatore del Como, Fabio Gallo: “Sono decisamente arrabbiato – ha detto il mister al termine del match – Su una palla ferma abbiamo sbagliato la lettura dell’azione e abbiamo lasciato due attaccanti avversari liberi. Sono due punti buttati e non ce lo possiamo permettere. E’ stato un errore grave che abbiamo pagato carissimo”.

“Spiace perché avevamo curato questa gara in ogni particolare – sostiene ancora l’allenatore della formazione lariana – e siamo stati raggiunti in una situazione che non puoi nemmeno preparare in allenamento. Incredibile vedere due giocatori della Giana liberi di agire nei minuti finali, con noi in vantaggio. Ma ci tengo a dire una cosa: quando si scende in campo si pensa solo alla partita: guai a pensare che la squadra stava pensando all’asta di martedì o al mercato. E’ stato un errore calcistico: sarebbe sbagliata un’altra lettura o cercare qualche dietrologia”.

Matteo Chinellato, autore della rete degli azzurri

Il tecnico difende Matteo Chinellato, autore della rete del vantaggio per il Como, che prima del gol è stato lungamente beccato dal pubblico. “Chi vede la gara può pensare quello che vuole – conclude – Secondo me  è stato il migliore in campo”.

Il diretto interessato, dal canto suo, afferma: “Abbiamo perso due punti, purtroppo – dice Matteo Chinellato –  per una nostra dormita generale in occasione della rete del pari dei nostri avversari. Dovevamo essere più bravi prima a segnare il gol della sicurezza quando eravamo avanti. Per me c’è la soddisfazione personale del gol, ma è logico che non possa essere completamente soddisfatto. Ora dobbiamo ripartire, sapendo che ci attendono gare difficili e sperando che dall’asta di martedì per la vendita del club arrivino buone notizie. Inconsciamente è una situazione che alla lunga pesa”.

“Peccato davvero – ha esordito il nuovo acquisto Gabriele Cavalli, in campo fin dal primo minuto – Dobbiamo lavorare per sanare questi errori. Abbiamo affrontato bene questa partita, giocata su un campo in non buone condizioni, e ritengo che avremmo meritato la vittoria. Purtroppo abbiamo avuto molte occasioni che non siamo riusciti a sfruttare: in questi casi si rischia di subire il pareggio, ed è proprio quello che è accaduto contro la Giana Erminio”.

Cesare Albè, allenatore della Giana Erminio

Cesare Albè, che allena la Giana Erminio dal 1994 (un record per il nostro Paese) ha così commentato il match: “Alla fine penso che il pareggio sia un risultato giusto. Siamo andati sotto per una rete causata da una ingenuità della nostra difesa e per noi la gara è stata tutta in salita. Meno male che alla fine siamo riusciti a conquistare l’1-1”.

22 Gennaio 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto