Como capitale mondiale dello scoutismo adulto. Il raduno a Villa Olmo

L’evento – Organizza l’Isgf, organismo internazionale di collegamento
Conferenza globale dal 26 settembre fino al 2 ottobre
Per una settimana, Como sarà capitale mondiale dello scoutismo adulto. Da lunedì 26 settembre fino a domenica 2 ottobre, infatti, il capoluogo comasco ospiterà la conferenza mondiale dell’Isgf (International scout and guide fellowship), organismo internazionale che raccoglie tutti i movimenti e le associazioni di scout adulti come il Masci (Movimento adulti scout cattolici italiani). Per una volta, insomma, al centro dell’attenzione non ci saranno lupetti e coccinelle, bensì le centinaia di

persone che, pur avendo superato l’infanzia da diverso tempo, continuano a rispecchiarsi nei valori dello scoutismo e si preoccupano di trasmetterli ai coetanei e ai più giovani.
Secondo gli organizzatori, l’edizione 2011 di questa conferenza porterà sul Lario circa 600 persone da tutto il mondo che, per sette giorni, si confronteranno sul tema “Beni Comuni: Terra, Acqua, Aria”. Il tutto a Villa Olmo, dove i membri lariani del Masci stanno lavorando senza sosta per organizzare ogni dettaglio. A coordinare i lavori uno scout comasco d’eccezione come il consigliere comunale a Palazzo Cernezzi, Bruno Magatti, impegnato in prima linea come consigliere nazionale del movimento che riunisce gli scout adulti e cattolici.
«Per scout adulti si intendono persone legate allo scoutismo giovanile come figure di supporto, oppure cittadini che si fanno promotori di percorsi educativi permanenti per i più grandi, sulla base dei valori del movimento – spiega Magatti – L’Italia si è candidata per ospitare la World Conference 2011 tre anni fa, proponendo alcune sedi, tra le quali Como. Del resto la provincia comasca è una realtà in cui lo scoutismo adulto esiste ed è presente da molti anni».
Come anticipato, i principali appuntamenti previsti per l’edizione 2011 saranno ospitati a Villa Olmo. Previste conferenze, rappresentazioni teatrali e giochi di squadra ispirati al tema conduttore dei “beni comuni”.
Occhi puntati, infine, su due grandi momenti di aggregazione, come la cena della fratellanza prevista per lunedì sera, quando si terrà lo scambio dei cibi tradizionali portati dalle delegazioni di ciascun Paese, o la cerimonia interreligiosa di venerdì 30 settembre, che si concluderà in piazza Duomo.

Alessandra D’Angiò

Nella foto:
Sulla facciata principale di Villa Olmo campeggiano i grandi manifesti dell’evento scout

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.