Como, delusione a Borgaro. Azzurri sconfitti, Gozzano e Caronnese si allontanano

Mister Antonio Andreucci

Il Borgaro Nobis interrompe la serie positiva del Como. La trasferta infrasettimanale si risolve in una sconfitta di misura per gli azzurri. Decide il risultato una rete di Chiazzolino nel secondo tempo. Un successo storico per la squadra piemontese, che tra l’altro non aveva ancora vinto in casa propria nelle precedenti giornate del torneo.
Gli azzurri di mister Andreucci devono fare i conti con tre assenze importanti in difesa per la squalifica di Sentinelli, Anelli e Di Jenno.
Il Como però, in questa stagione non ha mai perso in trasferta e non manca neppure il supporto dei tifosi, che riempiono il settore riservato agli ospiti.
Nel primo tempo, gli azzurri provano a cercare il vantaggio in un paio di occasioni con Fall e con due punizioni, che non impensieriscono però più di tanto gli avversari. Le squadre tornano negli spogliatoi sullo 0-0.
La ripresa comincia con il Como subito in avanti e un episodio dubbio nell’area dei padroni di casa. Un tiro di Molino rimbalza sul braccio di un giocatore del Borgaro, ma l’arbitro non assegna il calcio di rigore e il risultato resta bloccato sullo 0-0. Occasione per gli azzurri anche pochi minuti dopo, al 51’, ma il portiere Galante spegne le speranze del Como.
Il Borgaro passa in vantaggio alla prima, vera occasione. Al 74’, Chiazzolino riceve da Sardo e spiazza la difesa e il portiere del Como. Il gol resterà l’unica rete e deciderà il match. Gli azzurri ci provano ancora su punizione da posizione favorevole, ma la porta di Galante resta inviolata.

Il Como mantiene il quarto posto in classifica, ma vede più lontana la vetta. La capolista Gozzano e la più diretta inseguitrice, la Caronnese, hanno infatti vinto. Il Gozzano ha 29 punti, la Caronnese 28. La Pro Sesto rimane ferma a 22 (sconfitta con il Chieri) poi ci sono Como, Inveruno e Borgosesia (21).
Domenica alle 14.30 al Sinigaglia gli azzurri ospiteranno l’Oltrepovoghera.

Articoli correlati