Como, le ambizioni dei nuovi proprietari

Prima uscita ufficiale, in una conferenza stampa venerdì mattina, per la nuova proprietà del Calcio Como. Dopo tante voci, il gruppo di imprenditori che ha trovato l’accordo con il presidente Amilcare Rivetti, si è presentato. E ha fatto conoscere l’organigramma e i suoi obiettivi. Rivetti, come annunciato, rimarrà presidente, affiancato da un vice, Pietro Porro, e da tre consiglieri con ben precise deleghe: Flavio Foti (settore giovanile maschile e settore femminile), Michele Valentini (marketing e commerciale), Daniele Brunati (comunicazione e promozione eventi speciali).

Otto gli obiettivi che sono stati tracciati: la stabilizzazione a livello finanziario del club, il rafforzamento della prima squadra dalla prossima stagione per puntare immediatamente alla promozione in serie B, ricreare il settore giovanile, aprire il Calcio Como al territorio e ai tifosi, organizzare eventi benefici, dotarsi di un codice etico, ripristinare il centro sportivo di Orsenigo e gestire sette giorni su sette lo stadio Sinigaglia. “Vogliamo inaugurare un nuovo modello – è stato spesso sottolineato – Il modello Como, con la gestione non più affidata a un uomo solo, a un padre-padrone, ma a un gruppo”. Per ora di questa compagine fanno parte 15 imprenditori. L’obiettivo è arrivare a 20. Il piano che è stato presentato è sulla base di 5 anni. “Ma ovviamente vogliamo andare avanti. Questa è la partenza, non un punto di arrivo” ha spiegato il vicepresidente Pietro Porro. Tra l’altro alcuni interventi più immediati riguardano proprio lo stadio. Il primo è la sistemazione dell’impianto acustico: i vecchi altoparlanti già dalla gara di sabato 25 febbraio con il Pisa saranno sostituiti da apparecchi più moderni. E risuonerà lo storico inno “azzurro”. “Poi – ha spiegato Daniele Brunati – con le aziende che fanno parte del nostro gruppo, e con il nulla osta del Comune di Como, vogliamo sistemare immediatamente alcune cose che non vanno e che certo non fanno fare bella figura”.Per ora è stato confermato fino al termine della stagione tutto lo staff tecnico. “Massima fiducia per chi fa parte del Como” è stato detto, anche se tutti, da qui all’ultimo giorno, saranno sotto esame.   

Massimo Moscardi

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.