Sport

Como. Il giorno del giudizio

Calcio Ultimo turno di campionato per gli azzurri obbligati a vincere con la Ternana per avere la certezza della salvezza ed evitare di fare calcoli
«Nessun calcolo, pensiamo soltanto a vincere». In tempi di silenzio stampa da parte del Calcio Como, voluto per evitare di sentire proclami fatti a sproposito, la presentazione della gara odierna con la Ternana viene affidata a una nota sul sito Internet della società.
Note che parlano chiaro, rivolte ai tifosi, ma che, ad essere sinceri, sembrano soprattutto scritte per i giocatori azzurri.
Nel match che si gioca alle 15 allo stadio Sinigaglia, ultimo della regular season, gli azzurri
si giocano la salvezza. L’obiettivo è evitare i playout. I lariani hanno due punti di vantaggio rispetto a Viareggio e Monza e per avere la certezza di ottenere la salvezza, senza calcoli appunto, devono ottenere i tre punti contro una squadra già promossa, la Ternana.
Come detto, la società ha affidato a una nota sul sito Internet un messaggio rivolto ai tifosi, invitandoli a sostenere la squadra ma, per chi segue da vicino le vicende azzurre, il messaggio pare rivolto alla squadra a cui si chiede di gettare il cuore oltre l’ostacolo e a dare tutto. Una cosa che, oggettivamente, nelle ultime uscite è mancata.
«La società, che crede fermamente nella salvezza, ha fatto ogni sforzo per permettere ai propri atleti di giungere all’incontro concentrati e sereni» spiega il comunicato, che tradotto significa: abbiamo pagato gli stipendi, abbiamo eseguito ogni vostra richiesta, adesso tocca a voi dare tutto.
«Nessuno ha fatto calcoli, perché nessuno di noi crede o pensa che la Ternana verrà a Como per fare mera presenza – aggiunge il comunicato del club – tutti sono ben consci che l’unico modo di non correre rischi è vincere». E questa parte non necessita di una “traduzione”.
Poi un auspicio espresso in maniera soft, ma che in realtà è un invito a mettercela tutta contro gli umbri. Non saranno tollerati gli atteggiamenti rinunciatari che si sono visti negli ultimi tempi.
«I calciatori del Como sono professionisti fortemente motivati – prosegue la dirigenza – così come la società che rappresentano e siamo certi che sul campo daranno vita ad una vera e propria battaglia sportiva per raggiungere la vittoria e per dimostrare l’attaccamento verso questa maglia e la sua tradizione». Altra traduzione: è meglio dare davvero tutto anche perché i tifosi sono molto irritati, c’è aria di contestazione e non tollererebbero di vedere gente demotivata.
Come detto, la Ternana è già promossa in B, anche se sulla certezza del passaggio alla categoria superiore pende il ricorso del Taranto al Coni, che rivuole quattro punti di penalizzazione che gli sono stati tolti e che, se ridati, proietterebbero i pugliesi in testa alla graduatoria alla pari con i rossoverdi.
Un giro di pareri tra addetti ai lavori ha comunque fatto emergere che difficilmente il ricorso dei pugliesi sarà accolto. Al massimo potrebbe essere restituito loro soltanto un punto. Anche perché, al di là di cavilli legali ed appelli, le inadempienze ci sono state e per regolamento vanno sanzionate.
Per quanto riguarda la formazione azzurra, oggi mister Ernestino Ramella pare intenzionato a schierare il suo Como con il 4-4-2, con l’attacco affidato alla coppia composta da Ripa e Tavares, due che in questa stagione spesso hanno deluso ma che magari oggi potrebbero dare un senso con i loro gol a un anno pieno di alti e bassi.
A centrocampo potrebbe essere inserito sulla sinistra Imburgia, ex della Ternana, con Ardito e Vicente centrali, mentre sulla destra, a provare a scompaginare la difesa rossoverde, ci sarà Ciotola, un altro che ha avuto rendimento alterno e a cui, almeno oggi, viene chiesto uno di quegli spunti che si sono visti soltanto a sprazzi.
La speranza, insomma, è di far calare il sipario e poi ripartire, già domani mattina, da zero, con programmi e impostazioni differenti rispetto a quanto visto. La speranza è che vada davvero così.

Massimo Moscardi

Nella foto:
Nel mirino
Le ultime prove della squadra non sono piaciute, soprattutto l’atteggiamento demotivato. Oggi serve un cambio di marcia
6 Mag 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto