Como “in ogni senso”

Villa del Grumello sede della Fondazione Alessandro Volta

Appuntamenti multisensoriali tra musica e arte

Inizia oggi, venerdì 6 settembre, il Festival multidisciplinare “Como in ogni Senso”, un progetto che intende coinvolgere comaschi e turisti, portandoli a scoprire il fascino di luoghi unici ed esclusivi della città. Nato da partenariato tra Gruppo da camera Caronte e l’associazione Giosuè Carducci di Como, propone quattro eventi multisensoriali (il 6, 13, 21 e 28 settembre) dedicati alle invenzioni scientifiche, all’arte e alla storia del XX secolo. La musica farà da filo conduttore con il suo potere evocativo, avvolgendo il pubblico in un’esperienza totale e immersiva.
Tutti gli appuntamenti saranno preceduti da una presentazione storico architettonica dei luoghi prescelti e si concluderanno con degustazioni di prodotti d’eccellenza. Al progetto, inoltre, sono abbinate proposte turistiche tra soggiorni ed escursioni in città. Si parte venerdì 6 settembre, alle ore 21, a Villa del Grumello, in via per Cernobbio 11, con l’evento “Dal grammofono al Juke Box” dedicato alla canzone italiana tra fine 1800 e 1960.
Protagonisti saranno Elena D’Angelo (soprano), Francesco Tuppo (tenore), Matteo Mazzoli (baritono), Sabina Concari (pianoforte), Giulia Alessio (violino), Vassilia Chachlakis (violoncello), Stefano Gatti (contrabbasso). La presentazione storico architettonica sarà a cura del professor Manlio Siani. A causa dei posti limitati è consigliata la prenotazione. Ingresso: 25 euro. Progetto di Elena Trovato, direzione artistica e coordinamento di Sabina Concari. Info: 3482257382; gruppocaronte@iol.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.