“Como in salute”. La seconda edizione punta ad avvicinare il mondo dei giovani

Medico

Tutto è pronto la seconda edizione di “Como in salute”, la rassegna di incontri di informazione sanitaria rivolti alla popolazione comasca, organizzati dall’Ordine dei Medici  Chirurghi e Odontoiatri di Como e dal Comune di Como, in chiave divulgativa e inerenti il benessere, gli stili di vita e le più frequenti problematiche relative alla salute.

Durante la prima edizione, nel 2018, sono stati organizzati complessivamente 14 incontri; la Pinacoteca di Como ha accolto circa 1.200 partecipanti di tutte le età, 33 medici specialisti provenienti da Asst lariana, Ospedale Valduce, Istituto Clinico Villa Aprica che si sono intervallati come relatori e sette medici di famiglia come moderatori degli incontri.

Quest’anno “Como in Salute” si rinnova con argomenti rivolti anche alla popolazione più giovane riguardo le problematiche di salute di più frequente riscontro delle età dello sviluppo.

Gli appuntamenti avranno cadenza mensile, sempre il mercoledì dalle ore 17 alle ore 19. Quest’anno si alterneranno due sedi distinte, la Biblioteca civica di Como dal 27 marzo al 10 luglio, il Liceo Volta dall’ 11 settembre al 4 dicembre.

Si inizia mercoledì 27 marzo in Biblioteca con “Cadute e trami”. Seguiranno “Disturbi del respiro” (10 parile), “Infezione da papilloma virus” (22 maggio), Incontinenza e disturbi dell’apparto urinario (5 giugno), “Ansia, Depressione e disturbi dell’umore” (19 giugno) e “Finalità estetiche in Chirurgia plastica e vascolare” (10 luglio).

Ci si sposterà poi al Liceo Volta. Questi i temi: “Disturbi del comportamento alimentare” (11 settembre), “Malattie sessualmente trasmissibili” (2 ottobre), “Abuso di sostanze e di alcool” (23 ottobre), “La dipendenza dal Web e le ludopatie” (13 novembre) e “#SALVIAMOCILAFACCIA!: prevenzione e cura dei traumi cranio-facciali” (4 dicembre).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.