Como-Inter, il bilancio della serata di follia: due poliziotti feriti e tre tifosi in ospedale

Scontri tra ultras prima e dopo il match amichevole. Il momento più delicato alla fine dell’incontro. Un supporter lariano accoltellato a una gamba

{youtube}xQJCqk4lGNA|600|400{/youtube}
E’ di cinque persone ferite, due uomini delle forze dell’ordine e tre tifosi, il bilancio della serata di follia che ieri sera ha guastato la festa di sport del Sinigaglia. Tensioni tra ultras dell’Inter e del Varese da una parte, e supporter del Como dall’altra, che hanno fatto passare in secondo piano il bagno di folla (oltre 7 mila presenze) che nonostante il periodo estivo non hanno voluto mancare alla prestigiosa amichevole chiusa con il successo dell’Inter per 3-2. I tafferugli tra ultras sono andati in scena sia prima sia, soprattutto, dopo il match. 

Il primo momento di tensione intorno alle 19, quando il corteo di ultras ospiti è calato sul Sinigaglia dalla stazione. Qui però la polizia è riuscita a evitare che le tifoserie venissero in contatto. Un agente è tuttavia rimasto ferito dopo essere stato colpito con l’asta di una bandiera. La situazione è precipitata però dopo la gara, quando una cinquantina di tifosi (o meglio, pseudotifosi) dell’Inter è riuscita a mischiarsi tra la folla, abbandonando il Sinigaglia da una uscita diversa da quella degli altri ultras. Il gruppo, nascosto tra normali tifosi, ha così raggiunto l’incrocio tra viale Rosselli e viale Masia entrando in contatto con i supporter del Como che stavano tornando a casa. Qui tre lariani sono stati feriti. Due da un lancio di sassi e uno da una coltellata a una gamba . Nessuno è per fortuna in gravi condizioni. Un altro agente, nel tentativo di dividere le tifoserie, è stato colpito alla schiena da un oggetto contundente. Dopo la follia, è ora il tempo delle indagini della Digos: due tifosi dell’Inter sarebbero già stati identificati e per loro dovrebbe essere in arrivo il Daspo. Ma i coinvolti potrebbero essere molti di più.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.