Como-Juventus Under 23, stasera l’inedita sfida allo stadio Sinigaglia

Curva tifosi ComoPer i tifosi azzurri l'appuntamento è per domenica alle 15.30 allo stadio Torelli di Scandiano, in provincia di Reggio Emilia

Una buona notizia per mister Marco Banchini alla vigilia della gara di questa sera con la Juventus Under 23, in programma alle 20.45 allo stadio Sinigaglia.
Dopo il ricorso della società lariana, è stata ridotta di un turno la squalifica dell’attaccante Luca Miracoli, che quindi, dopo aver scontato una giornata di stop, torna dunque a disposizione per l’inedita gara contro la formazione bianconera.
C’è sicuramente curiosità per vedere in campo l’unica “seconda squadra” di una grande club, la Juventus Under 23 appunto, che è guidata dall’ex azzurro Fabio Pecchia al Como nella sfortunata stagione di serie A dell’epoca di Enrico Preziosi, il campionato 2002-2003.
Una formazione quella bianconera, che ha un punto in meno del Como, ma che ha due partite in meno, visto che ha saltato le ultime due giornate per ragioni di maltempo e per l’alto numero di suoi giocatori convocati nelle rispettive nazionali.
Lariani con il morale alto. Dopo cinque risultati non positivi (due pari interni e tre sconfitte) il Como ha ritrovato il successo domenica scorsa nella gara in trasferta con la Pianese. Un secco 4-1 per gli ospiti che ha restituito fiducia e morale alla truppa di Marco Banchini.
«A Grosseto abbiamo disputato una buona gara – spiega l’allenatore dei lariani – ma ora dobbiamo azzerare tutto. Ci attende una gara che giudico estremamente difficile, contro una squadra che in questa stagione ha un ottimo rendimento nelle partite esterne». Particolare da non sottovalutare, la Juventus Under 23 in questa stagione non ha mai perso nelle sfide disputate lontano dallo stadio di Alessandria, l’impianto che ospita le sue gare casalinghe.
«Quello della Juventus Under 23 è stato un percorso importante – aggiunge Marco Banchini – frutto del lavoro impostato ad inizio anno, che sta portando a miglioramenti continui. Pecchia è un tecnico di esperienza e ha dato una sua impronta alla squadra, composta da elementi di categoria superiore».
E il Como? L’allenatore non rinnega il suo mantra. «Ai miei chiedo il giusto approccio con determinazione, attenzione, compattezza e la conferma di essere tornati al 200% noi stessi. In questo campionato non siamo mai riusciti a vincere due gare di fila e questa per la mia squadra è sicuramente una opportunità».
Azzurri senza Dario Toninelli, riferimento della difesa, fermo per squalifica, il candidato alla sostituzione è Luca Crescenzi. L’attaccante Miracoli, come detto, è tornato a disposizione, mentre per malanni fisici non ci saranno Massimiliano Gatto, Jean Enrico Kouadio e Ismail H’Maidat (anche se quest’ultimo in extremis potrebbe recuperare). Certo di un posto da titolare il giovane Lorenzo Peli, mentre in attacco la coppia dovrebbe essere composta da Alessandro Gabrielloni e Simone Andrea Ganz.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.