Como lanciato dopo la vittoria di Sesto. Banchini: «Da qui alla fine dobbiamo  vincere sempre»
Sport

Como lanciato dopo la vittoria di Sesto. Banchini: «Da qui alla fine dobbiamo vincere sempre»

«La nostra mentalità? Non è mai cambiata. Da qui alla fine della stagione il nostro obiettivo è quello di vincere tutte le partite. La gara di Sesto San Giovanni è ormai archiviata. Nei nostri pensieri c’è già il Pontisola». Marco Banchini, allenatore del Como, non si smentisce e tiene già la sua squadra sotto pressione senza troppo pensare al 3-2 in recupero di Sesto San Giovanni. Un match che ha esaltato e galvanizzato l’ambiente azzurro.
Domenica prossima al Sinigaglia arriva appunto il Pontisola. «E guai a sottovalutarlo – ammonisce l’allenatore – La squadra bergamasca nelle ultime due giornate ha segnato un totale di 10 reti. Prima ha vinto per 4-3 a Olginate poi domenica scorsa si è imposto con un secco 6-2 con il Legnago».
Ma d’altro canto, c’è un Como che in questo momento è l’unico inseguitore della capolista Mantova. I virgiliani hanno tre punti di vantaggio sui lariani.
«La squadra sente la responsabilità – ammette il mister – e posso dire che domenica scorsa prima del match di Sesto la tensione era palpabile nello spogliatoio. Ma allo stesso tempo ci è arrivata una grandissima carica dai nostri tifosi: ancora prima di entrare in campo si sentivano soltanto loro».
Anche se per lui la gara è archiviata, Banchini trova spunti importanti dal match di Sesto. «Tra i titolari c’erano 6 ragazzi nati tra il 1998 e il 2000 – spiega – Questo dimostra l’importanza che è stata data ai giovani di valore nel lavoro di costruzione della rosa con Ninni Corda e con la dirigenza del club».
«Sicuramente mi è piaciuto il carattere – aggiunge il mister – Quando siamo andati sotto per 2-1 su rigore ho visto una grande reazione. E posso garantire che quel gol subìto è stato una mazzata. Ma abbiamo dato tutto perché sapevamo che nel nostro percorso, per quello che stiamo facendo, a Sesto San Giovanni non potevamo perdere, anzi, dovevamo tornare a casa con i tre punti».
Banchini al gol del definitivo 3-2, arrivato al 40’ del secondo tempo, non ha nemmeno esultato. «Mi è costato fatica, ma era giusto, in quel momento, mantenere la concentrazione, non esaltarsi, per poi fare gran festa con i nostri tifosi alla fine per questi tre punti importantissimi. D’altro canto sono contento che la rete sia arrivata con Simone Dell’Agnello: glielo avevo annunciato, gli avevo detto che avrebbe segnato in una partita importante, è così è stato, infatti».
«Fra gli altri elementi positivi, voglio pensare ad esempio alla prova di Manuel Cicconi – afferma il tecnico – È entrato nel secondo tempo e ha fatto bene». In una giornata in cui era tra l’altro squalificato il capitano Federico Gentile, punto di riferimento del centrocampo e della rosa dei lariani. «Ulteriore segno della solidità del gruppo. Nelle fasi iniziali la sua assenza si è sentita, ma poi c’è stata la crescita che ci ha portato alla vittoria».
Il calendario del Como propone, come detto, la sfida interna di domenica prossima con il Pontisola, mentre il Mantova è atteso dalla agevole (sulla carta) trasferta con il Legnago, penultimo. Poi nel turno infrasettimanale (11 novembre) azzurri sul campo di Seregno prima dell’incontro del Sinigaglia con il Rezzato, oggi terzo. «Sto già ragionando su questo tris di incontri nel suo complesso», conclude Banchini.

8 novembre 2018

Info Autore

Massimo Moscardi

mmoscardi mmoscardi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto