A Como l’aria peggiore di Lombardia: quarto giorno di polveri oltre la soglia

L’aria peggiore della Lombardia si respira a Como, quantomeno si è respirata giovedì in città. Quarto giorno con le polveri fuori controllo, addirittura a 75 microgrammi per metro cubo in un’escalation iniziata lunedì con 72, martedì 73.7 e mercoledì 74.7. Eppure sul Lario la Regione non ha ancora previsto alcun protocollo. Lecco vive una situazione speculare a Como, sempre quattro giorni oltre la soglia, ma livelli di particolato leggermente inferiori nell’ultima rilevazione. A Varese, con lo stesso numero di giorni consecutivi oltre la soglia (quattro) di Como e Lecco si continuano invece a fermare i mezzi più inquinanti. Le misure al primo livello sono attive pure a Bergamo, giovedì a 62,9 e 13 giorni di smog. Situazione anche peggiore a Brescia (giovedì a 63) e 16 giorni consecutivi sopra i 50.
Il blocco è attivo anche a Milano, dove si respira aria inquinata da 13 giorni consecutivi (71,7 giovedì). Nella vicinissima Monza si sono invece attivate le misure di primo e secondo grado (giovedì 65 microgrammi).
L’approfondimento sul Corriere di Como in edicola sabato 17 dicembre

Articoli correlati