Cronaca

Como, minorenne incinta violentata dal proprio ragazzo. In manette un 27enne

L’episodio in un quartiere della città
Una ragazza di appena 15 anni, straniera, è stata violentata dal proprio ragazzo di 27 anni. Lo stesso da cui tra l’altro aspetta già un figlio. Un episodio terribile, verificatosi nella periferia di Como, su cui stanno indagando gli uomini della Questura e il pubblico ministero di turno in Procura, Mariano Fadda. Non forniremo altri dettagli sulle due persone coinvolte e sul quartiere dove il fatto è avvenuto, questo per tutelare sia la minorenne sia il piccolo che porta in grembo. La giovane
tra l’altro, dopo la violenza subìta, è stata trasportata in ospedale al Sant’Anna di San Fermo dove è stata visitata per appurare la natura di perdite ematiche verificatesi dopo l’aggressione.
L’episodio risale alle 23 di martedì sera, anche se dell’accaduto se ne è avuta notizia solo ieri.
La ragazza, di appena 15 anni, non residente nel Comasco, si è presentata a casa del fidanzato, un 27enne straniero residente in un quartiere della periferia della città. La minorenne, tra l’altro, era scappata di casa la mattina stessa per stare con la persona amata da cui aspetta anche un bambino.
La situazione, nella casa della coppia, è però degenerata per motivi più che futili. Alla richiesta di andare a prendere un accendino in cucina, infatti, il giovane ha picchiato la propria ragazza.
La 15enne è così scappata in camera da letto chiudendosi all’interno, e scatenando l’ulteriore reazione di quello che si è presto trasformato nel suo aguzzino: il “fidanzato” ha così aperto la porta a calci e ha poi costretto la minorenne ad un rapporto sessuale contro la sua volontà. Le urla provenienti dall’appartamento, nel frattempo, sono state udite dai vicini di casa che hanno chiamato la questura. Le volanti in pochi istanti hanno così raggiunto il quartiere bussando alla porta del 27enne straniero.
Quando il giovane ha aperto la porta, in evidente stato di alterazione, dalla camera sono arrivate le disperate richieste di aiuto della 15enne in lacrime.
Inevitabile, a questo punto, è partita la chiamata al 118 fatta direttamente dagli agenti delle volanti. La giovane è così stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna di San Fermo dove le sono state diagnosticate perdite ematiche successive alle percosse e alla violenza subita (prognosi di 10 giorni).
La vicenda è stata immediatamente segnalata dalla Questura alla Procura di Como e il giovane è stato arrestato e portato al Bassone. Nell’interrogatorio di fronte al giudice avrebbe anche negato ogni addebito, ma l’arresto è stato comunque convalidato. Il gip ha poi disposto la custodia cautelare in carcere.

Mauro Peverelli

Nella foto:
Immediato l’intervento delle volanti della Questura: un 27enne è stato arrestato e portato al Bassone
26 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto