«Como non cambia passo». Su Facebook il gruppo anti-Lucini

luciniPolitica e società
L’iniziativa è del consigliere di opposizione Marco Butti

 

Bocciata la giunta Lucini. A partire dal sindaco e con una particolare nota di biasimo per gli assessori Daniela Gerosa (Viabilità) e Luigi Cavadini (Cultura). Si salvano soltanto Lorenzo Spallino (Urbanistica) e Bruno Magatti (Ambiente). Queste le pagelle di Marco Butti (Fratelli d’Italia), consigliere del gruppo misto a Palazzo Cernezzi che ieri mattina in Comune ha tracciato un bilancio del primo anno di attività della nuova giunta. Rispedite al mittente anche le accuse di ostruzionismo e scarso spirito collaborativo rivolte dal sindaco alle minoranze. Dichiarazioni quelle del primo cittadino, che proprio non sono andate giù all’esponente della minoranza. «È inammissibile. Noi non abbiamo mai fatto le barricate. Siamo sempre stati aperti al dialogo. Non siamo mai stati “estremi”. Il sindaco deve immediatamente chiarire il significato delle sue parole», così ha detto Butti. Sono stati 12 mesi in cui «Como non ha cambiato passo», ha aggiunto. Le critiche di Fratelli d’Italia riguardano manutenzione, mozioni che non hanno ottenuto risposte, gestione di

iniziative turistiche e naturalmente il progetto della nuova Ztl. «Lo abbiamo detto più volte. Non siamo contrari a priori al progetto di allargamento della zona a traffico limitato. Ma il piano andava ragionato meglio. Inopportuno ridurre i posti auto, ad esempio, in un momento in cui i parcheggi di Ticosa e Arena non sono operativi», ha aggiunto Marco Butti. Ma non è soltanto una questione di numeri. «Questo progetto ripercorre in maniera pressoché identica quanto era in fase di elaborazione da parte dell’allora assessore Stefano Molinari – dice Butti – Ma non venne immediatamente reso operativo per trovare un accordo con tutti invece di mettersi contro le categorie economiche, com’è accaduto di recente». Una situazione ingarbugliata che dipende anche dal fatto che «il piano della giunta altro non è che frutto dell’elaborazione del vero assessore alla Viabilità, Pierantonio Lorini». Il riferimento è al dirigente del settore che, a detta delle opposizioni, gestisce la politica più dello stesso assessore. Critiche anche per la mancata approvazione del bilancio. Bene, invece, la gestione del lungolago anche se i meriti – secondo Fratelli d’Italia – vanno rintracciati «più in Regione, dove è al lavoro Francesco Dotti, consigliere di Fratelli d’Italia, piuttosto che a Palazzo Cernezzi. Ovviamente vigileremo con attenzione su ogni mossa del sindaco. Per questo motivo sarà anche operativo il gruppo su Facebook Comononcambiapasso, dove tutti potranno segnalare ciò che non funziona. Fermo restando la nostra apertura su temi decisivi», aggiunge sempre Marco Butti. Il consigliere comunale ha poi ricordato le «due battaglie principali che hanno accompagnato la nostra attività: la richiesta di alcuni interventi di messa in sicurezza di via San Giacomo, rispetto ai quali ho ottenuto la presentazione del progetto relativo da parte dell’assessore e la lotta ai ritardi e ai disservizi che ogni giorno devono subire i pendolari comaschi diretti a Milano. Molte inoltre le mozioni e le interrogazioni presentate». A margine della conferenza è stata annunciata, per il prossimo lunedì, l’apertura, in via Col di Lana, della sede operativa di Fratelli d’Italia. Sono inoltre stati resi noti i nomi dei coordinatori territoriali del movimento politico (per la città, Massimo Mascetti). A Butti in serata ha replicato il sindaco, Mario Lucini. «Ribadisco quanto già espresso, opinione che non cambio nonostante le critiche di Fratelli d’Italia. Mentre all’inizio le minoranze erano più aperte ed emergeva chiaramente la volontà di dialogo, ora non è più così. Non mi pare che la maggioranza abbia compiuto chiusure. Il punto, semmai, è che l’opposizione spesso subisce la linea oltranzista, distruttiva ed estrema di pochi personaggi». Fabrizio Barabesi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.