Como Nuoto in Liguria per chiudere la stagione

Predrag Zimonjic Como Nuoto

In Liguria per chiudere definitivamente la stagione: è questo l’obiettivo della Como Nuoto Recoaro maschile, che oggi alle 19 è impegnata a Rapallo contro la Sportiva Sturla nella seconda gara dei playout di serie A2.
Nella prima i comaschi si sono imposti per 9-5. In caso di nuovo successo, i biancoazzurri di coach Predrag Zimonjic, nella foto, festeggeranno la salvezza definitiva in un campionato decisamente travagliato, con il regolamento reso noto praticamente a poche ora dal via, con il Covid che ha portato a variazioni di calendario e con l’uomo di riferimento, il croato Ivan Zanetic, che è stato messo fuori rosa per incompatibilità con il resto della squadra e in particolare con l’allenatore. Senza dimenticare l’atavica questione della chiusura della piscina di Muggiò, che ha portato la squadra a migrare altrove, con tante problematiche connesse, per le partite interne e per gli allenamenti.

Mentre la squadra maschile punta alla salvezza, quella femminile ha terminato la regular season di A2 e agli ordini di coach Stefano “Tete” Pozzi si sta preparando per i playoff promozione.
Le cosiddette “Rane rosa” incontreranno Bologna a Legnano domenica prossima nella semifinale d’andata, poi giocheranno in Emilia il giorno 17 alle 19.30, con eventuale “bella” la domenica successiva di nuovo a Legnano. La vincente affronterà la formazione che supererà il turno fra Acquachiara Napoli (favorita) e Vis Nova Roma. La finalissima è in calendario il 4, 8 e 11 luglio.

Per Pozzi e la Como Nuoto c’è inoltre una notizia che regala un sorriso: la giocatrice Beatrice Cassarà fa infatti parte del gruppo delle azzurre che sono state convocate da domani a Pontassieve, in Toscana, al raduno della Nazionale Under 15. Le azzurrine devono preparare la partecipazione agli Europei di categoria, che sono in programma a Szentes, in Ungheria, dal 27 giugno. L’Italia allenata da Aleksandra Cotti è inserita nel girone D della competizione continentale con due formazioni temibili come Spagna e Serbia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.