Como Nuoto, prima trasferta. «In acqua senza alcun timore»

altPallanuoto – Secondo turno del campionato di serie A
Il presidente Dalle Donne suona la carica per la gara di Savona

«Contro Brescia ho visto una Como Nuoto che mi è piaciuta, non impaurita e consapevole dei suoi mezzi. Proprio quella che volevamo». Alessandro Dalle Donne, presidente della società lariana, è carico, al pari di tutti i biancoazzurri, alla vigilia della sfida di oggi.
Alle 15, per la seconda giornata del campionato di serie A di pallanuoto, i lariani sono ospiti del Savona. La Como Nuoto è reduce dalla onorevole sconfitta interna all’esordio contro il Brescia.
Una gara in cui i

lariani hanno tenuto testa agli avversari fino all’ultimo tempo, giocando con autorevolezza contro una tra le squadre considerate più forti del campionato.
Ed è con questa consapevolezza che i biancoazzurri si avvicinano al match di oggi, contro un Savona che è stato superato dai lariani in occasione del recente concentramento di Coppa Italia alla piscina di Muggiò.
«Ma le cose sono comunque cambiate, anche se non è passato molto tempo – dice ancora il presidente della società di viale Geno – Certo è che la nostra squadra in questi giorni ha lavorato bene. Ho colto una grande voglia di uscire con un risultato positivo dalla trasferta di Savona».
Come detto, proprio la gara con il Brescia è stata la cartina al tornasole. I lariani, che sulla carta potevano essere la vittima sacrificale di una delle corazzate del campionato, hanno invece tenuto testa ai loro accreditati avversari. «Abbiamo dimostrato che in questo campionato possiamo dire la nostra – aggiunge il dirigente biancoazzurro – E la cosa più bella è che non abbiamo avuto timori reverenziali. Certo, qualche giovane, come è naturale, era intimidito, ma in generale posso dire che il carattere di tutti i nostri giocatori mi è piaciuto».
L’obiettivo della Como Nuoto in questo campionato rimane la salvezza, ma certo è che molti addetti ai lavori indicano la formazione lariana come una delle possibili sorprese di questo campionato.
«Noi abbiamo grande entusiasmo – ha sempre sottolineato l’allenatore Stefano Piccardo – e questo è un punto di forza. Anche perché Como è una culla per questa disciplina, e il Lario merita la serie A e soprattutto la sua squadra deve rimanerci a lungo. Questa non deve essere una partecipazione estemporanea».
Il calendario per i lariani non è nemmeno troppo facile, visto che nella fase iniziale la Como Nuoto è stata abbinata alle formazioni giudicate più forti. «Sfide difficili – ha sempre sottolineato il tecnico – ma voglio che il mio gruppo scenda in acqua per giocarsela e per fare belle figura, al di là di quelle che sono le differenze. Qui tutto cambia sotto ogni profilo, ma io voglio una Como Nuoto che giochi con convinzione».
Il passaggio del turno in Coppa Italia, con il primo posto nel girone, è stato un bel segnale, come pure la positiva prestazione nella gara contro il Brescia. Ora i tifosi, che sono carichi e ottimisti, si attendono la conferma dalla prima trasferta stagionale.

Massimo Moscardi

Nella foto:
Lotta in acqua durante Como-Brescia, gara che ha aperto la stagione dei lariani

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.