Como, pari deludente. Felleca contesta l’arbitro
Sport

Como, pari deludente. Felleca contesta l’arbitro

La gara con il Chieri termina 1-1. Azzurri in vantaggio e raggiunti su rigore

La vittoria di domenica scorsa Borgosesia aveva fatto sperare in una pagina voltata. Invece è tornato il Como che aveva deluso con il Seregno.
Nel turno infrasettimanale con il Chieri è arrivato uno striminzito pari al termine di una brutta partita, con i tifosi che hanno fischiato la squadra e con il capitano Davide Sentinelli che si è fermato a lungo a confrontarsi con i supporter della curva.
Il risultato finale è stato di 1-1, con gli azzurri che, in un pomeriggio grigio, erano comunque riusciti a portarsi in vantaggio con un gol di Amth Fall al 28’ del secondo tempo.
Poi ricadendo in un errore che le caratteristico, la squadra lariana ha allargato le maglie e si è fatta raggiungere su rigore a pochi minuti dalla fine. Un penalty contestato per l’intervento del portiere Matteo Kucich su un avversario; ma è pur vero che i giocatori del Chieri sono stati fin troppo liberi di fare ciò che volevano nell’are a del Como.
Insomma, una prova non troppo confortante, anche se alla fine il dirigente Roberto Felleca si è presentato in sala stampa per contestare la direzione di gara (affidata a Federico Votta di Moliterno). «È stato un arbitraggio scandaloso – ha detto – Mi rivolgo direttamente al designatore: il Como merita arbitri differenti. Tralasciando l’episodio del rigore, è stato un direttore indisponente, che ha peccato di protagonismo. Noi chiediamo di essere tutelati».
Un arbitro che il capitano Davide Sentinelli ha definito: «Particolare. A volte ci insultava e utilizzava frasi fuori luogo. Ho l’impressione che ci mandino spesso direttori alle prime armi; ma per il Como ce ne vogliono con più polso e carisma». Poi Sentinelli ha spiegato: «Il risultato? Eravamo riusciti ad andare in vantaggio e poi ci siamo fatti raggiungere. Ecco, questo può essere un limite della nostra squadra: quando siamo avanti pregustiamo la vittoria. Un atteggiamento sbagliato: lo sappiamo e stiamo cercando di migliorare».
Mister Antonio Andreucci non ha nascosto la sua amarezza: «Non è stata una prova brillante – ha detto – Sicuramente dobbiamo crescere, abbiamo difficoltà oggettive e gli infortuni di alcuni nostri giocatori sicuramente non ci aiutano».
Peraltro, è uscito anzitempo Dario Bova: si attende la prognosi, ma per il difensore si prospetta un possibile stop di un mese.
Massimo Moscardi

18 Ott 2017

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto