Como, resa dei conti all’assemblea dei soci. Oggi il  confronto Nicastro-Felleca
Sport

Como, resa dei conti all’assemblea dei soci. Oggi il confronto Nicastro-Felleca

Primo punto approvazione del bilancio. Secondo, appianamento delle perdite. Sono questi i temi all’ordine del giorno dell’assemblea dei soci del Como 1907. Appuntamento  nello studio di un notaio in città. Di fronte i due soci che detengono la proprietà della società, il presidente Massimo Nicastro e Roberto Felleca.
Con loro il commercialista Enrico Garau che alla vigilia sottolinea: «La richiesta di questo momento? Concretezza». Che tradotto significa: servono i soldi per l’ordinaria amministrazione e per una serie di spese straordinarie; poi ci sarà tempo per parlare di eventuali acquirenti per la società.
Come è noto, infatti, il presidente ha dalla scorsa estate annunciato l’intenzione di lasciare il club lariano e si sta impegnando in prima persona per trovare nuovi acquirenti per l’intera società. La scorsa settimana è arrivato un primo disimpegno da parete di un gruppo americano-indonesiano, che per due volte aveva mandato suoi esponenti sul Lario. Per i prossimi giorni lo stesso Nicastro ha annunciato l’arrivo di nuovi interlocutori statunitensi interessati all’acquisizione delle quote. Argomenti che saranno affrontati nell’incontro di questa mattina, anche se Felleca e Garau, più che di scenari, vorranno – come hanno annunciato – maggiore considerazione verso le esigenze economiche della società lariana.
Sul fronte della squadra, l’ultima giornata non si è rivelata particolarmente propizia.
Alla vigilia del turno di domenica scorsa il sogno era di vincere in trasferta a Boario e di registrare un successo del Seregno con la capolista Mantova.
Invece i lariani di mister Marco Banchini non sono andati oltre lo 0-0 nella gara con i bresciani, mentre i virgiliani si sono imposti in trasferta per 2-1. Gli azzurri ora sono a -4 dalla vetta del girone B. Al Como non è riuscita l’impresa di scardinare una formazione che ha fatto della rocciosità in difesa la sua bandiera. Fino ad ora, infatti, il Darfo Boario ha subito soltanto otto reti.
Nel prossimo turno al Sinigaglia arriva il Caravaggio (reduce dallo stop interno con il Legnago per 3-1), mentre a Mantova va in scena il big-match con il Rezzato. I bresciani, dopo lo stop con gli azzurri dello scorso 18 novembre, hanno vinto in casa con il Pontisola per 2-0 e ora sono a -1 dai lariani. Condividono con loro il terzo posto in classifica la Caronnese e la Pro Sesto, che pure hanno portato a casa i tre punti domenica scorsa.
Nel girone B, intanto, è saltata una panchina. Il Ciserano ha annunciato l’esonero di mister Alessandro Dossena.
La società bergamasca ha affidato la guida all’allenatore in seconda Alberto Simonelli «in attesa che si valuti e si definisca il miglior profilo tecnico a cui affidare la guida della prima squadra» spiega una nota del club orobico.

27 Novembre 2018

Info Autore

Massimo Moscardi

mmoscardi mmoscardi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto