Como ricorda le vittime della strage di Bologna

Strage di Bologna

Anche il Comune di Como partecipa alla commemorazione dei tragici fatti del 2 agosto 1980, quando un attentato terroristico alla stazione centrale di Bologna, affollata di persone che si spostavano per le vacanze, provocò 85 morti e oltre 200 feriti. Tra le vittime anche una famiglia comasca: Anna Maria Bosio, 28 anni, Carlo Mauri, 32 anni, e Luca Mauri, 6 anni, erano arrivati alla stazione centrale di Bologna poco prima dell’esplosione che li uccise. Lunedì mattina l’amministrazione comunale poserà una composizione di fiori con il nastro tricolore sulla loro tomba, al cimitero monumentale, a nome di tutta la città e stringendosi intorno a tutte le famiglie alle quali l’attentato ha cambiato la vita.

Il consigliere comunale Luca Biondi, accompagnato dal gonfalone, parteciperà in rappresentanza dell’amministrazione comunale di Como alla Giornata in memoria delle Vittime di tutte le Stragi a Bologna, promossa dall’Associazione Familiari Vittime della Strage del 2 Agosto e dal Comitato di Solidarietà alle Vittime delle Stragi. Il corteo partirà da piazza Nettuno con arrivo alla Stazione Centrale, dove alle 10,25, l’ora in cui esplose l’ordigno che provocò la tragedia, si sentirà un triplice fischio del treno e verrà osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime. La manifestazione è pensata per mantenere vivo il ricordo di quel giorno drammatico anche a distanza di tanti anni, restando al fianco dei familiari con solidarietà e affetto per chiedere verità e completa giustizia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.