Como, ritratto a 41 voci

alt Oggi al Carducci
Storie della città nel volume a cura di Tiziana Nava

Artisti, intellettuali, docenti, storici, giornalisti, esponenti della politica e del sindacato, dell’economia e del diritto. Un ampio ensemble per quarantuno storie, riunite in volume per scattare un ritratto della città di Como contemporanea in modo originale, dando voce alla società civile e alle sue tante sfaccettature.
È il volume a cura della lecchese Tiziana Nava Como si racconta (pp. 261, 18 euro), appena edito dall’editrice lariano-pavese Ibis, che viene presentato oggi alle

21 nel salone Enrico Musa dell’istituto Carducci di Como in viale Cavallotti 7.
Ne parlano con la curatrice il sindaco Mario Lucini, il vicedirettore del “Corriere di Como” Marco Guggiari, Francesco Corbetta (che ha curato la sezione fotografica dell’opera), Gerardo Monizza e Paolo Veronesi, che è l’anima della Ibis.
Il primo cittadino firma nel volume la prefazione e sottolinea tra l’altro l’unicità del capoluogo lariano, somma “pirandelliana” di «centomila» volti e tantissimi valori storici, artistici, umani. Nel libro si dà ampio spazio all’amarcord (intenso quello di Federico Roncoroni, che oggi spopola in libreria con il romanzo epistolare edito da Mondadori Un giorno, altrove). Ma c’è anche spazio alla progettualità e alle proposte. Ad esempio, la designer comasca di fama internazionale Ilaria Marelli propone di adibire a ostello per i giovani e a laboratorio condiviso la Caserma De Cristoforis, di installare un grande orto cittadino nell’area ex Ticosa, di restituire alla città la Casa del Fascio come spazio culturale attivo e di animare piazza Verdi e piazza del Popolo con installazioni di arte contemporanea. L’ingresso all’incontro di stasera è libero.

Nella foto:
Il libro edito da Ibis è arricchito da un’ampia sezione fotografica a cura di Francesco Corbetta. Sopra, un lavoro di Enzo Santambrogio. A destra, particolare da uno scatto di Andrea Silva. Sotto, una foto di Davide Bordogna

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.