Como rivoluzionato

Calcio – Con tre incontri nel giro di otto giorni, mister Ernestino Ramella si prepara ad applicare il turn-over e darà spazio a chi, finora, non ne ha avuto molto
Tre partite nel giro di otto giorni: contro la Spal domenica, con il Pisa il 12 e con il Benevento il 16. Partite, tra l’altro, contro formazioni toste. Ecco perché mister Ernestino Ramella potrebbe proporre un turn-over per far riposare i giocatori che più sono stati utilizzati in questo inizio di stagione e allo stesso tempo per trovare nuove soluzioni dopo una serie di deludenti prestazioni nell’ultima gara contro il Foggia.
Chi ha avuto meno spazio e scalpita per un posto potrà dunque avere la sua occasione, a partire dalla gara di domenica prossima allo stadio Sinigaglia con la Spal, la seconda consecutiva in casa per gli azzurri.

Alberto Filippini, davvero deludente con il Foggia, è uno dei candidati a un posto in panchina. Al suo posto potrebbe essere schierato Emanuele Bardelloni, la talentuosa mezzala entrata nella seconda parte della gara con i pugliesi che, pur commettendo qualche erroraccio, nel complesso è stato uno degli elementi più pericolosi del team di mister Ramella.
E sicuramente non ci sarà il centrocampista francese Marc Lewandowski, pure non all’altezza contro il Foggia. «Gli visto fare errori da dodicenne agli esordi» ha detto l’allenatore azzurro al termine del match. Candidato a scendere in campo al suo posto il brasiliano Bruno Leonardo Vicente.
E, sempre nel reparto di centrocampo, Andrea Ardito potrebbe essere avvicendato con Stefano Salvi, che così tornerebbe titolare dopo il brutto infortunio rimediato nella partita con il Sorrento.
In attacco ci potrebbe anche essere una staffetta, con Francesco Ripa titolare (ma non ancora con i 90 minuti nelle gambe) che potrebbe alternarsi con Diogo Tavares.
Non ci dovrebbero essere invece grandi variazioni nel settore difensivo. Presto potrebbe comunque essere schierato, una volta formalizzato ufficialmente il suo tesseramento, il terzino Daniele Ghidotti, che, svincolato, è stato ingaggiato dal responsabile dell’area tecnica Antonio Tesoro.
Tre incontri ravvicinati, dunque, che consentiranno al mister di valutare le potenzialità dei suoi uomini che finora non hanno avuto molto spazio in tre partite che potranno essere uno snodo decisivo per la stagione dei lariani.
Anche perché le prossime tre avversarie non hanno molti punti in classifica e il sogno del team azzurro sarebbe di uscire con un en-plein, visto che due incontri su tre (Pisa e Benevento) saranno in casa, mentre l’infrasettimanale di Pisa (una “classica” tra due formazioni che vantano importanti trascorsi in serie A) avrà il privilegio di essere trasmessa in diretta su RaiSport.
Le prossime tre avversarie, peraltro, nell’ultimo turno hanno conquistato, in totale, un punto. Spal e Pisa sono state battute in casa, rispettivamente da Lumezzane e Tritium, entrambe con il punteggio di 0-2. Il Benevento, invece, non è riuscito ad andare oltre l’1-1 casalingo nella partita con la Pro Vercelli. E questo calendario sostanzialmente favorevole agli azzurri presenta poi, il 23 ottobre, la partita esterna con il Viareggio, che in questo momento occupa l’ultimo posto in classifica a quota -1.
La capolista Taranto, invece, domenica prossima è attesa dalla gara esterna di Carpi (altra formazione che sta disputando un buon campionato) e poi attende la Ternana, terza alla pari con gli emiliani. Poi sarà ospite della Pro Vercelli, che, seppure neopromossa, finora non ha sfigurato. Tutto congiura a favore del Como, dunque. Ora tocca davvero agli azzurri approfittarne.

Massimo Moscardi

Nella foto:
Promosso titolare
Emanuele Bardelloni nella gara contro il Foggia. La giovane mezzala, partita dalla panchina nel match con i rossoneri, con la Spal sarà in campo dall’inizio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.