Como, tentata truffa dello specchietto

Polizia di Stato

Nuovo tentativo di truffa con la tecnica del finto incidente. Attorno alle 17.30 di domenica la ragazza stava viaggiando lungo via Nino Bixio quando, poco prima del ponte della ferrovia, ha notato un uomo a bordo strada. Pochi istanti dopo ha sentito un rumore. Preoccupata si è fermata ed è stata avvicinata dall’uomo, che le ha detto di essere stato colpito. Qui è andata in scena la tentata truffa. L’uomo ha ripetuto di essere stato colpito dallo specchietto dell’auto. Lei ha proposto di chiamare i soccorsi, ma lui ha rifiutato chiedendole soldi per ripagare il telefono che si era rotto. La donna insospettita ha chiamato la polizia. Gli agenti le hanno raccomandato di non pagare e hanno fatto un sopralluogo ma l’uomo era scomparso.

Articoli correlati

1 Commento

  • Avatar
    Fausto , 21 Marzo 2018 @ 11:38

    mi è capitato due volte: la prima, considerato l’esile “stazza” del furbetto e la mia ancora giovane esperienza di arte marziale gli ho spiegato senza metafore la sorte delle sue natiche. nella seconda, passati gli anni, dissi di non avere sufficiente quattrino ma che – abitando lì vicino – me lo sarei fatto portare da mia moglie che avrei chiamato col mio telefonino. “Sbagliai” numero e mi rispose un carabiniere che – capita l’antifona- inviò subito due colleghi in borghese. Che bello!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.